Sir Arthur’s Den ha perso i suoi utenti…

20 Settembre 2009 · Archiviato in Babel fish, Sir Arthur's Den · Commenta 

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Salve a tutti. Questa è una piccola comunicazione di servizio per annunciare che d’ora in poi Sir Arthur’s Den non permetterà più la registrazione di nuovi account utente. Gli account dei pochi utenti registrati sono stati cancellati e me ne scuso con gli interessati, ma francamente parlando non credo sia una gran perdita visto che fino a ora non ho trovato il modo di rendere la creazione degli account una procedura utile a qualcosa.

Continua

Sir Arthur’s Den - un anno dopo

25 Luglio 2009 · Archiviato in Babel fish, Sir Arthur's Den · 7 Commenti 

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Un anno fa, mese più mese meno, nasceva Sir Arthur’s Den. In quel periodo non avevo la piena consapevolezza di cosa potesse significare gestire un blog in doppia lingua, dover aggiornare il codice back end ogni pochi mesi e far fronte a picchi di traffico modello DDoS su un servizio di hosting venduto come “premium” ma che, evidentemente, vale giusto quel poco che costa. L’esperienza con il webmastering era zero ma la voglia di gestire un progetto personale compensava ampiamente la mancanza di familiarità con WordPress e le sue problematiche.

Continua

Effetto Slashdot… parte seconda

25 Settembre 2008 · Archiviato in Babel fish, Sir Arthur's Den · 11 Commenti 

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Dice il saggio che è pericoloso sperare in qualcosa, perché poi si rischia di ottenerla e doverci fare i conti in pieno. Quando all’inizio di settembre la versione inglese della news su DeathSpank è apparsa su Slashdot, sul blog si sono riversati circa 18.000 visitatori scaglionati in tre, quattro giorni, con mia somma gioia per la reazione e la promozione (è Slashdot, cavolo, mica un sitarello di serie z come ce ne sono troppi in Italia e altrove) e soprattutto senza alcun problema per quanto riguarda il mio web host, il già citato AN Hosting. Quello che è successo in questi giorni, però, in occasione del secondo effetto Slashdot riversatosi su Sir Arthur’s Den, mi ha fatto riconsiderare le mie idee sul web hosting condiviso, AN Hosting stesso e la tendenza che ho ad adottare plug-in per WordPress privilegiando la facilità di utilizzo a tutto il resto.

Continua