Videogame highlights - dicembre 2013

21 Febbraio 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · 6 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Sir Arthur ha sempre giocato su PC, e continuerà a farlo finché schiatterà davanti al monitor. Quindi provo sempre parecchio fastidio quando leggo le notizie “apocalittiche” sul crollo delle vendite di PC, un mercato che anche quando è depresso è capace di mettere in circolazione qualcosa come 300 milioni di nuove macchine in un anno. Si tratta di numeri che in realtà poco dicono riguardo al vero mercato dei giocatori hardcore (che i PC se li costruiscono da soli, com’è giusto che sia), e a cui vanno necessariamente affiancate statistiche significative come i 7 milioni di utenti contemporanei registrati a dicembre da Steam e i miliardi di dollari incamerati da MMO storici come la serie Lineage. Ma si sa, gli MMO sono pieni di spie e Steam è il male che vuole conquistare il mondo, quindi io parteggio per la concorrenza e compro sempre i miei giochi su DVD. Ave atque vale.

Continua

Videogame highlights - ottobre 2013

16 Gennaio 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · 2 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze L’industria videoludica è quel posto ben strano dove i maledetti server DRM ti impediscono di giocare o finiscono off-line costringendo gli sviluppatori a rimettere mano al codice per tagliare i legami con un servizio essenziale fino al giorno prima, dove un gioco come Grand Theft Auto V può entrare in vari record mondiali Guinness superando i più grandi successi cinematografici di Hollywood e vendendo oltre 29 milioni di copie, e dove Blizzard continua a prenderci tutti per il culo con quella crosta Internet-dipendente che è Diablo III. Fortuna che esistono società come CD Projekt che hanno il successo che meritano, e che il PC a uso videoludico è una piattaforma defunta come al solito.

Continua