Videogame highlights - agosto 2014

21 Novembre 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · 2 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Chiariamoci, io adoro i vecchi giochi, al punto da passare buona parte del (poco) tempo che in questi mesi ho dedicato al gioco su emulatori arcade, titoli indie pixellosi e il Solitario (che fa tanto Windows 95). Quello che non riesco proprio a farmi piacere è questa nuova moda di abusare del passato (che non passa mai) per sviluppare nuove “incarnazioni” di un presunto spirito dei tempi andati, roba come Drift Stage per esempio. Certo, sempre meglio di porcherie come la “nuova” Sierra e dello stupro dei videogiochi vecchi e nuovi come modello di business di quella immonda sozzura che si chiama Zynga. Che sta morendo, ma troppo lentamente.

Continua

Videogame highlights - maggio 2013

25 Luglio 2013 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · Commenta 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze I soldi sono tutto, nell’industria dei videogiochi così come altrove. E così come altrove, la caratteristica più significativa dei publisher videoludici è l’avidità - con una differenza, forse: la oltraggiosa mancanza di rispetto per i loro clienti. I colossi del mercato come Electronic Arts non si fanno problemi a guadagnare un mucchio di denaro con operazioni di lancio oscenamente disastrose che rappresentano un insulto ai giocatori paganti (SimCity), i contenitori senza più anima come Capcom hanno il coraggio di lamentarsi se una porcheria come Resident Evil 6 vende “appena” 4,9 milioni di copie e Nintendo abusa degli utenti di YouTube per fare soldi con l’advertising. Fortunatamente, le istanze in cui rispetto per i giocatori e prodotto di qualità vanno di pari passo non mancano (Bioshock Infinite). Ma sono la minoranza, purtroppo.

Continua