I rootkit penetrano nel cuore della macchina

7 Aprile 2009 · Archiviato in Approfondimenti, Sicurezza · Commenta 

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Da quando, nel 2005, le sgradevoli politiche commerciali di Sony BMG portarono alla luce la possibilità di prendere il controllo del sistema operativo per interferire con il normale funzionamento del PC e delle periferiche, l’evoluzione dei software rootkit ha subito un’accelerazione senza precedenti. L’interesse per l’argomento è cresciuto nella ricerca e tra le gang di cyber-criminali, con il risultato che si può apprezzare nel corso di questi giorni: i rootkit hanno raggiunto i livelli più bassi della circuiteria dei dispositivi elettronici infettando router di rete, BIOS e persino la modalità di funzionamento più privilegiata dei processori di classe x86.

Continua