Videogame highlights - luglio 2014

11 Ottobre 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · Commenta 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze L’industria tecnologica è piena di imbecilli che cianciano costantemente della morte dei PC, del PC che è una piattaforma videoludica inferiore e stronzate similari. Bene, allora facciamo un pò di conti: Jon Peddie Research sostiene che il mercato videoludico per computer vale il doppio di quello per console (21,5 miliardi di dollari), Intel continua a pompare decine di miliardi di ricavi ogni trimestre con i suoi processori x86 e le vendite di PC tornano a crescere. Certo, c’è la spinosa questione della pirateria, l’evoluzione tecnologica che non lascia rifiatare il portafogli e i publisher che riservano il solito trattamento di merda alla razza dominante dei giocatori su PC, ma tutto considerato chi parla della morte dei PC è solo un imbecille senza cervello. Davvero eh, datevi all’ippica o qualcosa del genere.

Continua

Videogame highlights - marzo 2014

13 Giugno 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming · Commenta 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenzeChe cosa è meglio per incentivare lo sviluppo videoludico, un servizio di streaming come OnLive che prova a rinascere dalle proprie ceneri o una monopolista di fatto come Intel che impone ritmi di progresso ridicoli (a colpi di 100 MHz in più ogni nuova generazione) alle CPU x86? Un caschetto per la realtà virtuale come Oculus Rift (DK2) che vende se stesso al business del social advertising di Facebook o una GPU discreta incredibilmente costosa e sostanzialmente inutile come la GeForce GTX TITAN Z di NVIDIA? Stupidità a parte, quel che conta è che la tecnologia dei PC continuerà a evolversi all’infinito. O almeno è quello che spero.

Continua