Matteo Renzi, una barzelletta italiana

8 Luglio 2016 · Archiviato in Babel fish, Politica & Società · Commenta 
Questo articolo è parte della serie Made in Italy

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto E’ passato un mucchio di tempo dall’ultima volta in cui mi sono occupato di politica su queste pagine, e probabilmente ne passerà ancora parecchio prima di un post ragionato su argomenti che considero comunque degni di attenzione, sul lungo periodo. Per il momento, il disgusto ha il sopravvento sull’interesse e preferisco usare il mio tempo per altro. Però un inciso mi tocca dedicarlo a Matteo Renzi, attuale Presidente del Consiglio dei Ministri che ci fa vergognare al cospetto del mondo come e più di quell’altro osceno personaggio venuto prima di lui.

Continua

La favola dei lupi, degli asini e delle pecore

10 Giugno 2012 · Archiviato in Babel fish, Politica & Società · 3 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Made in Italy

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Tanto tempo fa, in un paese lontano situato al centro del Mar Mediterraneo, vivevano tre diverse razze di animali: i lupi, gli asini e le pecore. Le pecore rappresentavano la maggioranza della popolazione, 60 milioni di esemplari mansueti e ubbidienti alla perenne ricerca di un pastore a cui affidare la gestione dell’intero gregge nazionale. Diversamente dalle pecore, i lupi erano una sparuta minoranza che voleva solo sbranare, consumare, sfruttare le pecore e le risorse del paese per garantirsi in eterno lo status di bestie superiori.

Continua

I 90 anni del Principe

6 Febbraio 2009 · Archiviato in Babel fish, Politica & Società · Commenta 
Questo articolo è parte della serie Made in Italy

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Non esiste probabilmente al mondo un caso simile a quello di Giulio Andreotti, l’uomo politico sopravvissuto a se stesso, il sette volte Presidente del Consiglio che siede nel parlamento italiano dai tempi dell’Assemblea Costituente e ha contribuito a fondare la Democrazia Cristiana accanto allo statista Alcide De Gasperi. Grande Vecchio della storia repubblicana, Andreotti è tra le altre cose anche un noto mafioso e amico di mafiosi, cosa che fa bene ricordare ogni tanto per amor di verità, al netto della propaganda e delle falsità propinate dal regime televisivo che attualmente governa le menti della maggioranza degli italiani.

Continua

Ho visto il cadavere della stampa italiana. Chissà come, ancora si muoveva

5 Febbraio 2009 · Archiviato in Babel fish, Politica & Società · 2 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Made in Italy

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Dire che in Italia non esiste più la stampa ma solo una sequela senza fine di cortigiani del potere è una cosa sin banale, che una persona assennata potrebbe considerare qualunquismo se soltanto non fosse la pura e semplice verità dei fatti. In Italia l’informazione propriamente detta è morta, è diventata uno zombi tenuto artificialmente in vita da furti di stato e passaggi di denaro imbarazzanti. Prendi quello che sta succedendo in questi giorni dopo la manifestazione di Piazza Farnese.

Continua

Made in Italy: la politica radioattiva non è rinnovabile

2 Gennaio 2009 · Archiviato in Babel fish, Scienza & Tecnologia · 8 Commenti 
Questo articolo è parte della serie Made in Italy

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Anno nuovo, occasione ideale per dare il via a una nuova serie dal titolo “Made in Italy”. Che però non parla di moda, pizza o Ferrari ma più concretamente dei veri prodotti esclusivi dell’attuale “sistema Italia”, vale a dire criminalità organizzata, corruzione, degenerazione mentale veicolata dall’instupidimento televisivo e tendenza genetica a sostenere il fascismo mascherato da benessere o dalla sua illusione.

Continua