Presentazione

InformazioniA chi fosse malauguratamente incappato in questo angolo di Web: benvenuto. Avrei una voglia matta di citare - nel pieno rispetto di una delle mie tante manie - ancora una volta Star Trek, e l’infame introduzione da “diario di bordo” del capitano a cui tanti dei miei coetanei devono la propria passione per la fantascienza “positivista” e le crape pelate, ma devo resistere. Resisto e cerco di essere pratico, almeno per una volta, almeno in quella che dovrebbe essere la pagina di presentazione “ufficiale” di questo sito web…

Sir Arthur’s Den è il progetto personale e la perversione delle pulsioni da finto-autore di un certo Alfonso Maruccia, trent’anni, Vergine (per quello che vale…) e con la necessità costante di cambiare stile di vita e abitudini alimentari. Attualmente il suddetto figuro, per quanto vorrebbe tanto trovare un trasmettitore sub-eta e chiedere un passaggio a una qualsiasi astronave non-vogon per cominciare una vita da stoppista della Galassia, vive a Bologna Montesarchio e collabora con pubblicazioni professionali nell’ambito del settore IT e affini.

La mia attività principale consiste al momento nella redazione quotidiana di materiale per Punto Informatico, articoli di robotica per la pubblicazione RoboZak e naturalmente la cura di questo blog fresco di setup - duro setup. Coinvolto nell’informatica da sempre, ho sviluppato negli ultimi anni una propensione patologica a occuparmi di tematiche al confine tra la mera tecnica e le mutazioni comportamentali innestate dalla presenza in pianta stabile dei gadget elettronici “intelligenti” nella vita contemporanea.

Diritti “digitali”, volontà di controllo dei potentati economici dell’industria multimediale, tecnologie di protezione andate a male, certi argomenti se non sono scottanti e di stringente attualità io non li voglio. Senza disdegnare naturalmente il primo amore dopo l’amore (i videogame), la sicurezza o per meglio dire i buchi che infarciscono ogni sistema operativo Microsoft che si rispetti e una sana passione per il software applicativo tipica di chi è cresciuto con le pubblicazioni da edicola ripiene di mini-recensioni sui software shareware degli anni ‘90…

Budda do' VesuvioPiuttosto prevedibilmente questo blog si nutre di tali passioni, e vorrebbe riuscire a spiccare sulla gran massa di siti personali che il boom del content publishing ha fatto proliferare nella Internet dei tempi recenti. Col tempo, spero di mettere assieme un qualcosa che sia interessante e piacevole da leggere tanto quanto da scrivere. Obiettivo ambizioso, certo, ma Sir Arthur’s Den ha il vantaggio di non essere legato alle logiche preconcette tipiche delle sottoculture più mediocri che vanno per la maggiore oggigiorno.

A scrivere su questo blog non c’è alcun “fanboy”, nessun esaltato della Mela e nessun “Winaro” sfegatato: ascolto musica sull’iPod, gioco con la console portatile PSP, uso Windows XP tutti i giorni e mi contorno di un numero crescente di applicazioni open source. Questo però non mi impedisce di essere consapevole del fatto che le politiche commerciali di Apple sono una cloaca, Sony è la causa di buona parte dei mali che affliggono l’informatica moderna e il mercato dei videogame e Microsoft ha la tendenza a superare un picco di bassezza a ogni nuovo prodotto presentato all’utenza, sempre più considerata come pollame e sempre meno rispettata come al contrario meriterebbe.

Detto questo, forse ho detto anche troppo. Le idee sono tante, il tempo sempre poco, quindi la smetto qui e passo oltre. In conclusione di questa presentazione un pò sui generis chiarisco che nonostante tutto non sono pazzo, e la posa “zen-osa” della foto qui a lato è stata l’idea di un momento, una follia creativa dovuta al troppo calore penetratomi in testa durante l’escursione sul Vesuvio di qualche mese fa. La posa si chiama, appunto, “Budda do’ Vesuvio”, ed è la dimostrazione del fatto che la vita, per quel poco che vale, scorre via più piacevolmente con un sorriso ebete stampato di tanto in tanto sulla faccia…

Sir Arthur, King of Ghouls’n Ghosts, 27 giugno 2008

Guida all’uso

Contatti