Guida all’uso

Guida all'uso Sir Arthur’s Den si legge come qualsiasi altro sito web e qualsiasi altro blog. Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sul modo in cui sono organizzati i contenuti, le risorse utili per mettersi in contatto con l’admin, tutto quanto è utile sapere sui diritti d’autore e sul riutilizzo dei suddetti contenuti e su chi ricade la colpa per avermi aiutato a mettere in piedi il sito.

I canali dei contenuti

Gli articoli pubblicati sul blog vengono automaticamente raccolti nelle categorie più adatte, con le quattro “macro-categorie” principali raggiungibili in ogni momento partendo dalla barra di navigazione posta al di sotto del logo. Ora, se categorie come “Notizie”, “Guide & Recensioni” (Niente panico!) e “Approfondimenti” risultano chiare e comprensibili di per se, è forse utile qualche considerazione ulteriore per il canale “Babel fish”.

Notizie Guide & Recensioni

La Guida Galattica per gli autostoppisti, sicuramente il libro più notevole che sia mai stato stampato dalla grande casa editrice dell’Orsa Minore, così descrive il pesce Babele: “(…) è piccolo, giallo, simile a una sanguisuga, ed è probabilmente la cosa più strana dell’Universo. Si nutre dell’energia delle onde cerebrali, ma non delle onde cerebrali della persona nella quale si trova, bensì di quelle delle persone che le si trovano intorno. (…) Quindi il pesce Babele, defecando nella mente della persona che lo ospita, espelle una matrice telepatica formata dalla combinazione delle frequenze del pensiero conscio e dei segnali nervosi raccolti dai centri del linguaggio del cervello che le ha fornite…“.

Se il risultato pratico, nella versione originale dell’invertebrato più strano della Galassia, è che infilandosi un pesce Babele all’interno dell’orecchio si comprende qualsiasi cosa si dica in qualsiasi lingua, su questo blog il pesce Babele fa da interfaccia mentale tra Sir Arthur e tutto quello che gli capita attorno, conscio, inconscio, pratico, teorico o qualsiasi altro genere di cosa sia.

Approfondimenti Babel fish

Il canale “Babel fish” contiene insomma tutto quello che non può finire nelle restanti macro-categorie e che non è strettamente correlato all’informatica e alla tecnologia. Il pesce Babele originale è invero piuttosto utile anche per dimostrare, al di là di ogni possibile dubbio, la non-esistenza di Dio, ma questo è un obiettivo che va ben oltre la portata di questo walkthrough. Ed è comunque una cosa, la non-esistenza di Dio, di cui ogni persona dotata di buon senso dovrebbe già essere convinta di suo.

No advertising

Sia detto senza se e senza ma, su Sir Arthur’s Den non esiste e mai esisterà alcuna forma di pubblicità. Da anni sono felice utente dell’estensione Adblock Plus per Firefox, grazie alla quale per me il web è tornato ad essere un posto decente da visitare senza il pericolo di far andare in crash il browser, dover attendere che i “provider” di quell’immondizia che taluni chiamano “advertising” facciano i propri porci comodi con la mia connessione o peggio ancora dover rischiare di beccarsi uno di quei malware tramutati in epidemia proprio grazie alla facilità con cui la pubblicità in rete viene spacciata per salvatrice della patria e delle spese di hosting dei siti.

Sono utente di un tool blocca-pubblicità, quindi mi aspetto che anche i miei lettori facciano altrettanto per la salvaguardia della loro esperienza in rete. Di conseguenza sarebbe ipocrita giustificare qualche banner con la necessità di “coprire le spese di hosting” e altre puerili scuse del genere. Tenere on-line Sir Arthur’s Den ha certamente un costo, ma è un costo che devo sobbarcarmi io senza chiedere l’elemosina ai visitatori del blog.

E’ una scelta di natura etica piuttosto che pratica, ed è per questo in piena controtendenza: qualsiasi “portale” oggigiorno contiene più pubblicità che contenuti, e questo non è il progresso ma è uno schifo. Ed è uno schifo che personalmente non ho alcuna intenzione di contribuire ad alimentare.

Contatti

Per qualsiasi comunicazione vogliate inviare a Sir Arthur’s Den è disponibile l’apposita pagina dei contatti. Banale, ma non c’è granché da dire a riguardo.

Copyright e riconoscimenti

Licenza Creative Commons I veri nemici del copyright sono gli idioti che si spacciano per essere i suoi più strenui difensori. Stabilita questa illuminante verità di vita, è forse utile riportare che i contenuti esclusivi di Sir Arthur’s Den sono distribuiti sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5, e vanno attribuiti ad Alfonso Maruccia come unico detentore dei diritti d’autore corrispondenti.

Le immagini tratte da Ultimate Ghosts’n Goblins sono © Capcom Co., Ltd., e sono qui utilizzate senza alcuno scopo di lucro. Se Capcom eventualmente si incazzasse sarò ben lieto di rispondere a qualsiasi loro richiesta in senso censorio. Ma comincerò a odiarli dal più profondo del cuore. Sir Arthur’s Den è basato su WordPress, e utilizza - adattandolo leggermente - il tema GNU-GPL Revolution Blog creato da Brian Gardner.

Le icone, gli elementi grafici e le riproduzioni digitali multimediali non esclusivi ospitati sul server di Sir Arthur’s Den, qualora non direttamente correlati a un articolo specifico e usati quindi soltanto ai fini di cronaca o di citazione, provengono nella maggioranza dei casi da Wikimedia Commons. L’icona-spotlight per il canale “Guide & Recensioni” proviene da Yellow Icon: Free icons. Il badge “No Ads!” mostrato in homepage è stato creato grazie al sito web Fresh Badge Generator. La bandiera inglese inclusa nell’header proviene dal sito World flags.

Ringraziamenti

Last but not least, ringrazio dal profondo del cuore quanti mi hanno aiutato, da un punto di vista pratico o con i propri consigli e la propria disponibilità gratuita, a mettere in piedi Sir Arthur’s Den. Un grazie va in particolare a Pasquale “Pacopas” Casella per il logo, i consigli sulle modifiche all’header, al foglio di stile e per tanto altro; e a Emanuele “Engelium” Buda per avermi rovinato la vita fornito preziose indicazioni sui plug-in giusti da installare, l’importanza di una gestione “SEO-powered” dei contenuti e altro ancora.