Videogame highlights - giugno 2017

23 Settembre 2017 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Giugno, mese tradizionale di quella follia videoludica nota come Electronic Entertainment Expo (E3). Uno show che quest’anno ha fatto davvero il pieno grazie all’apporto del pubblico oltre alla stampa e agli addetti del settore, e che ha visto il PC trionfare come la piattaforma da gioco più completa - e ovviamente più potente - dove nei prossimi mesi approderà il meglio del software videoludico. Ma giugno 2017 ha visto anche altre follie che hanno a che fare coi videogiochi, come le cassette cotte nel forno (a 45°) nel tentativo di recuperare il codice sorgente delle vecchie avventure testuali di Magnetic Scrolls, oppure come la costosissima asta on-line di John Romero, co-fondatore di id Software che su eBay ha venduto una sua copia di Doom 2 per oltre $3.000. Più che di una follia, in quest’ultimo caso, si può tranquillamente parlare di furto.

A Plague Tale: Innocence

A Plague Tale: Innocence

Francia, XIV secolo: la Peste nera fa strage di uomini e donne mentre i ratti si moltiplicano a dismisura. Ratti. Ovunque. Soprattutto in A Plague Tale: Innocence, avventura grafica in cui i protagonisti dovranno tenersi strette le loro fonti di luce eliminando al contempo quelle portate dagli sgherri dell’Inquisizione. I ratti odiano la luce ma non esiteranno a divorare qualsiasi cosa entrasse nell’oscurità ove dimorano. Ratti. Mi fanno schifo quasi quanto i serpenti. Quasi. In uscita entro il 2017 su PC Windows, PS4 e Xbox One.

Bloodstained: Ritual of the Night

Bloodstained: Ritual of the Night

Sono passati due anni dalla più che riuscita campagna di crowdfunding su Kickstarter ($5,5 milioni contro i $500.000 richiesti), e ora Bloodstained: Ritual of the Night si avvicina al fatidico momento del debutto sul mercato: il nuovo gioco di Koji “Iga” Igarashi, produttore della serie Castlevania, si pone come successore spirituale della saga di ammazzavampiri nipponica e segue le gesta di Miriam, un’orfana colpita da una maledizione che trasforma la sua pelle in cristallo. Affrontando e battendo i suoi nemici demoniaci, Miriam acquisirà nuovi poteri e nuove armi fino all’inevitabile scontro finale con il cattivone del gioco. In uscita su PC e console nel 2018.

The Evil Within 2

The Evil Within 2

Dopo aver rimesso mano al bistrattato genere dei survival horror con il primo The Evil Within, Shinji Mikami ha fatto un passo indietro ritagliandosi un ruolo di “semplice” supervisore durante lo sviluppo del sequel: The Evil Within 2 è ancora una volta incentrato sulla storia del detective Sebastian Castellanos, che tornerà a fronteggiare la misteriosa organizzazione nota come Mobius e le sue realtà alternative a base di zombi, incubi di carne e altre cose molto cattive. Ma questa volta Castellanos entrerà nello STEM con un obiettivo preciso, vale a dire ricostruire la mente di una figlia che lui credeva morta da anni. Gli sviluppatori promettono un’esperienza più varia e meno “claustrofobica” rispetto al primo capitolo, anche se il gameplay dovrebbe rimanere eminentemente da survival horror con munizioni scarse e tutto quanto. The Evil Within 2 è in arrivo su PC Windows, PS4 e Xbox One a ottobre.

The Last Night

The Last Night

In superficie The Last Night è un gioco ad ambientazione (post-)cyberpunk e deliziose meccaniche da platformer cinematico come piacciono tanto a me, in un mondo in cui il lavoro viene svolto dalle macchine e l’umanità passa il suo tempo a intrattenersi a esclusione del protagonista. In pratica, il direttore creativo di questo emulo di Flashback, Another World e compagnia (Tim Soret) è al centro di una controversia per certe sue presunte posizioni anti-femministe e destrorse risalenti a qualche anno fa. Mentre Internet discute e si accapiglia, io preferisco concentrarmi sulla pixel art particolarmente ispirata o sulla scena del taxi presa pari pari da Flashback, sperando che l’esperienza ludica finale risulti degna di cotanto lignaggio. In uscita su PC e Xbox One nel 2018.

Vampyr

Vampyr

Una volta i vampiri nei videogiochi erano solo dei succhiasangue senza scrupoli, al massimo assetati di vendetta o poco altro. Oggi, in titoli come Vampyr il non-morto è un rispettabile membro della società (un famoso chirurgo nel caso in oggetto) che deve fare i conti con una trasformazione vampirica non voluta, scorrazzando per le strade della Londra del 1918 stando attento a chi decide di trasformare in pasto per rafforzare i suoi poteri ultraterreni. Secondo gli sviluppatori la scelta di uccidere un NPC rispetto a un altro può avere conseguenze significative sul mondo di gioco, una promessa che viene costantemente disattesa sin dal lontano 1917 o giù di lì. Vampyr uscirà su PC Windows, PS4 e Xbox One nel 2018.

Wolfenstein II: The New Colossus

Wolfenstein II: The New Colossus

L’ecatombe di nazisti prodotta da B.J. Blazkowicz in The New Order non è stata sufficiente a fermare l’assalto del Reich al mondo libero, un mondo che in Wolfenstein II: The New Colossus vede un’America assoggettata all’esercito nazista e una resistenza clandestina in attesa di un salvatore. Quel salvatore è ovviamente B. J. Blazkowicz medesimo, anche noto come “Terror-Billy” tra le fila nemiche, che risvegliatosi su una sedia a rotelle dovrà ridiventare l’incubo del Reich per salvare la sua famiglia, gli USA e il mondo intero. In uscita su PC Windows e console a ottobre.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - maggio 2017Videogame highlights - luglio 2017»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta