Videogame highlights – ottobre 2016

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Da appassionato di videogiochi di ogni età e per ogni piattaforma, il sottoscritto è sempre aperto alla possibilità di acquistare dischi, cartucce o unità hardware che hanno passato più di una stagione nelle case di estranei. Diversamente da molti di quelli che hanno la mia stessa malattia, però, l’idea di spendere un mucchio di denaro per qualcosa che qualcun’altro ha trattato senza alcuna cura, senza pulizia o attenzione all’igiene personale mi disgusta non poco. In un mondo ideale l’hardware retro-nuovo sarebbe disponibile sempre e costerebbe pure poco, e magari la vendita sarebbe gestita da società un pò meno marce di una GameStop a caso.

Civilization VI

Civilization VI

A venticinque anni di distanza dall’uscita del Civilization originale, la serie di strategici a turni “4X” (“eXplore, eXpand, eXploit and eXterminate”) creata da Sid Meier continua a tirare fuori il Gandhi guerrafondaio che è in ciascuno di noi: Civilization VI ripropone una formula ben nota ai fan del genere pur rinnovandola qua e là, un’offerta che è stata apprezzata da critici e acquirenti con più di un milione di copie vendute in due settimane. Il peggiore avversario del giocatore, in questo caso, si è rivelato essere il sistema operativo Windows. Disponibile su PC da ottobre 2016.

Monster Boy and the Cursed Kingdom

Monster Boy and the Cursed Kingdom

Lo sviluppo di Monster Boy and the Cursed Kingdom procede senza problemi, e per dare dimostrazione dello stadio raggiunto dal progetto il publisher FDG Entertainment ha pubblicato uno screenshot super-dettagliato giusto in tempo per lo scorso Halloween: l’erede spirituale di Wonder Boy è ora più nitido che mai, e il grosso del lavoro che resta da fare riguarda i livelli, i boss e la qualità delle animazioni. Anche la componente musicale è quasi pronta, mentre le piattaforme destinate ad accogliere il gioco includono ora Nintendo Switch. In uscita nel 2017 su PC e console.

Monster Boy and the Cursed Kingdom - screenshot 1 Monster Boy and the Cursed Kingdom - screenshot 2

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Al momento di Red Dead Redemption 2 non si sa quasi niente, eppure la sola idea che l’action-adventure a tema western di Rockstar stia per tornare ha già fornito il carburante necessario ad alimentare l’inesorabile motore dell’hype. Sarà forse l’onda lunga di Westworld, sarà la fama ben meritata dello studio newyorkese o chissà cos’altro, evidentemente i giocatori sono pronti a una nuova avventura “open world” a cavallo di una bestia purosangue e con una Colt nel cinturone. In arrivo su PS4 e Xbox One.

Tyranny

Tyranny

Per una volta il male ha già vinto, e piuttosto che interpretare il ruolo dell’eroe il protagonista di Tyranny è uno scagnozzo del nuovo padrone malvagio del mondo: in quanto Fatebinder, il suddetto protagonista dovrà viaggiare in lungo e in largo per la mappa di gioco per imporre la volontà del tiranno (Kyros). Le scelte in merito al modo di gestire le varie situazioni influenzeranno l’accesso ai membri del party, alle abilità e a tutto quanto. Disponibile da novembre su PC (Windows/Linux/OS X).

Yomawari: Night Alone

Yomawari: Night Alone

Quando l’horror vuole essere kawaii da origine agli incubi di Yomawari: Night Alone, avventura isometrica in cui una ragazzina (ovviamente super-deformed) parte alla ricerca di sua sorella e del suo cane in una città popolata da mostri, spettri e altre cose molto malvagie. Ad aiutarla nella quest ci saranno una torcia dalla luce incerta e altri oggetti trovati per strada, e come la tradizione dei survival horror impone la migliore strategia di gioco consisterà nel trovare il posto ideale per nascondersi. Yomawari: Night Alone è disponibile su PC Windows e PS Vita da ottobre.

Read this post in English

Post simili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *