Videogame highlights - settembre 2016

11 Gennaio 2017 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Gli asset videoludici dello studio precedentemente noto come Interplay sono in vendita, e la notizia è triste per due ragioni: negli anni ‘90 il publisher fondato da Brian Fargo ha immesso sul mercato giochi fondamentali per ogni appassionato come Descent, MDK ed Earthworm Jim, e ora qualche malintenzionato potrebbe approfittare della vendita per accaparrarsi proprietà intellettuali preziose sfruttandole nella maniera più cinica possibile. Dopotutto viviamo in un mondo in cui nemmeno Super Mario può esimersi dal partecipare alla truffa delle “app” per cellulari touch, mentre i giochi più attesi si rivelano spesso degli autentici imbrogli molto lontani dalle aspettative originarie.

Seasons after Fall

Seasons after Fall

Gli spiriti custodi delle quattro stagioni sono andati perduti, e la volpe rossa protagonista di Seasons after Fall dovrà andare alla loro ricerca risolvendo enigmi e saltellando di qua e di là in un setup da tipico platformer. Durante il viaggio, la bestiola acquisirà la capacità di modificare le stagioni a proprio piacimento quindi di influire sull’ambiente circostante per superare ostacoli e raggiungere piattaforme altrimenti inaccessibili. La volpe non può morire, e la difficoltà del gioco sembra tutto fuorché impossibile. Seasons after Fall è disponibile da settembre su PC Windows, PS4 e Xbox One.

Shadow Warrior 2

Shadow Warrior 2

Il mondo è stato invaso dai demoni, di nuovo, e come nel recente passato anche in Shadow Warrior 2 un ninja con una grossa mazza e i suoi compagnucci dovranno ripulire la sporcizia demoniaca con un dispiego di armamentario a dir poco impressionante: il nuovo FPS evoluto di Flying Wild Hog migliora la formula del primo Shadow Warrior “moderno” aggiungendo una campagna multiplayer co-op per quattro giocatori, ambienti e armi procedurali e un livello di personalizzazione notevole. Gli squartamenti sanguinari di Lo Wang&soci sono già arrivati su PC Windows a ottobre 2016, mentre l’uscita di Shadow Warrior 2 su console è prevista entro il primo trimestre del 2017.

Shenzhen I/O

Shenzhen I/O

Imparare a programmare in Assembly attraverso un videogioco? E perché no: con Shenzhen I/O i nerd di Zachtronics offrono una prospettiva ludica piuttosto peculiare, vale a dire quella di un ingegnere elettronico emigrato in Cina e impegnato a creare circuiti su cui far girare il codice Assembly di cui sopra. La lettura del manuale allegato è essenziale, dicono gli sviluppatori (”RTFM”), ed è anche disponibile una modalità “sandbox” in cui poter creare dispositivi personalizzati. Shenzhen I/O è disponibile su PC (Windows, Linux, OS X) da novembre 2016.

Super Rad Raygun

Super Rad Raygun

Nessuno esce vivo dagli anni ‘80, soprattutto nei videogiochi: Super Rad Raygun è ambientato nell’anno 198X, quando il mondo ha rischiato di essere conquistato da un’armata di robot comunisti creata dal misterioso dottor Medved. Non bastasse questa folle premessa, il protagonista di questo sparatutto dal gameplay accessibile è un robot che assomiglia a un Game Boy - in un mondo di gioco rappresentato nelle tonalità verdognole tipiche del display di un Game Boy. Super Rad Raygun è disponibile da novembre su PC.

Torment: Tides of Numenera

Torment: Tides of Numenera

Elementi fantasy e sci-fi convivono in Torment: Tides of Numenera, RPG presentato da inXile Entertainment come l’erede spirituale di Planescape: Torment (1999) dove le cose più importanti sono i personaggi e la storia piuttosto che il combattimento e la raccolta ossessivo-compulsiva di equipaggiamento vario. L’universo narrativo di Numenera è ambientato sulla Terra, un miliardo di anni nel futuro, e le singole azioni del giocatore avranno conseguenze importanti sul mondo di gioco - o almeno così promettono gli sviluppatori. In arrivo su PC, PS4 e Xbox One a febbraio.

Wheels of Aurelia

Wheels of Aurelia

Parte avventura testuale e parte gioco di corsa isometrico, Wheels of Aurelia è tutto in stile anni ‘70: gli sviluppatori di Santa Ragione hanno provato a catturare lo spirito di uno dei periodi più turbolenti della recente storia italiana, servendosi di un gameplay che vuole restituire la sensazione di una conversazione in automobile tra la protagonista (Lella) e una serie di personaggi incontrati per caso durante il tragitto sulla via Aurelia. Disponibile da settembre su PC Windows.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - agosto 2016
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta