Videogame highlights – agosto 2016


Stato del blog: Lavori in Corso


Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Come avevo appunto già previsto, la pirateria è in ottima salute e lotta insieme a noi: Denuvo, la tecnologia anti-manomissione utilizzata in combutta con le peggiori DRM dalle peggiori corporation videoludiche, è finita in pasto ai migliori pirati del codice durante un’estate a dir poco amara per l’omonima società australiana. Prima sono arrivati i bypass a mezzo exploit di DOOM e Tomb Raider, poi la super-crew CONSPIR4CY (una collaborazione tra CPY e CODEX) ha svelato al mondo che il re è nudo e anche Denuvo ha fatto crack. La pirateria continuerà a vivere in eterno, e le DRM continueranno a non servire a un cazzo.

Deus Ex: Mankind Divided

Deus Ex: Mankind Divided

Secondo Adam Jensen non si può uccidere il progresso, ma in Deus Ex: Manking Divided ci dovrebbero essere molteplici occasioni di ammazzare gli omini digitali dando libero sfogo alla propria sadica fantasia. O anche no: l’ultimo action-RPG distopico di Eidos vuole mantenere le promesse parzialmente tradite dal capitolo precedente, inclusa la possibilità di completare le missioni senza uccidere nessuno. Di certo il nuovo Deus Ex non ha ucciso la detestabile abitudine del marketing digitale a mezzo di contenuti aggiuntivi, né i porting per PC fatti coi piedi. Il gioco in se non sembra fare così schifo, a ogni modo, ed è disponibile da agosto su PC, PS4 e Xbox One.

Dishonored 2

Dishonored 2

Il misterioso “Esterno” ha fatto visita anche a Emily Kaldwin, e ora l’imperatrice spodestata ha intenzione di mettere a frutto i suoi nuovi poteri per saldare i conti con i nemici della sua famiglia e dell’impero. Dishonored 2 da al giocatore la possibilità di seguire le gesta sia del vecchio Corvo Attano che della succitata imperatrice spodestata, e i poteri oscuri di quest’ultima non sembrano sfigurare in confronto a quelli di suo padre. Disponibile da novembre su PC Windows, PS4 e Xbox One.

Little Nightmares

Little Nightmares

Nato dalla fantasia malata di Tarsier Studios e precedentemente noto come Hunger, Little Nightmares trasporta la sua piccola protagonista (una bambina di nove anni che si chiama Sei) nelle fauci di una nave in cui esseri mostruosi sono alla ricerca costante di un pasto. Il CEO di Tarsier parla di un progetto che rappresenta il culmine di 10 anni di lavoro, mentre il gameplay di questo nuovo puzzle-platformer (o platformer cinematico?) evoca titoli del calibro di Limbo e Unravel. In arrivo nella primavera del 2017, su PC Windows e console.

Monster Boy and the Cursed Kingdom

Monster Boy and the Cursed Kingdom

Nato dalle ceneri della saga di Wonder Boy e più precisamente ispirato a Wonder Boy III: The Dragon’s Trap, Monster Boy and the Cursed Kingdom ha per protagonista un giovane avventuriero alle prese con lo zio pazzo che vuole gettare il regno nel caos per mezzo della magia. Lo so, è un incipit idiota, ma in Wonder Boy… cioè, Monster Boy la trama è un orpello buono giusto per dare il là all’azione, ai salti tra le piattaforme e alle scorribande nei negozi alla ricerca di nuova oggettistica con look e stats da paura. Sei le trasformazioni disponibili per un divertimento garantito, promettono gli sviluppatori. In arrivo nel 2017 su PC Windows e console.

No Man’s Sky

No Man's Sky

Rispetto all’incredibile numero di promesse fatte ai giocatori in questi anni, l’incarnazione finale di No Man’s Sky è risultata essere a dir poco deludente: il simulatore di galassia di Hello Games è un gioco progettato male e realizzato ancora peggio, un prodotto che ha frustrato un’intera community e che non si è fatto mancare nemmeno i soliti problemi tecnici nella sua incarnazione PC. No Man’s Sky non è sopravvissuto all’hype alimentato dai suoi stessi creatori, e la volontà di rimediare in qualche modo rilasciando aggiornamenti sul lungo periodo è il minimo per uno studio che ha comunque guadagnato una quantità oscena di denaro su Steam e non solo. Per i masochisti, No Man’s Sky è disponibile su PS4 e PC Windows da agosto.

Thimbleweed Park

Thimbleweed Park

La lista degli eroi improbabili di Thimbleweed Park include Delores Edmund, erede della fabbrica di cuscini che una volta rappresentava il vanto della piccola cittadina in cui è ambientato il gioco. Assieme agli altri quattro personaggi giocabili disponibili, Delores dovrà risolvere i misteri del caso nato da un cadavere trovato da due agenti dell’FBI in un fiume. Gli sviluppatori di questo erede spirituale di Maniac Mansion e The Secret of Monkey Island rassicurano sul fatto che la loro nuova avventura punta-e-clicca ha un feeling retrò ma un gameplay moderno, dove non esistono puzzle “impossibili” e l’interfaccia è al servizio dell’utente piuttosto che il contrario. In uscita nel 2017 su PC, console e gadget mobile.

Read this post in English

Post simili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *