Videogame highlights - aprile 2016

8 Settembre 2016 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Il tipo di notizie che vorresti leggere più spesso: Nosgoth, l’ennesimo inutile gioco multiplayer gratuito che insozzava la memoria della saga di Blood Omen/Legacy of Kain con la sua mera esistenza, è venuto finalmente a mancare lo scorso aprile. Nessun appassionato sano di mente ne sentirà la mancanza. Notizie che ti fa sempre piacere leggere: un prototipo di arcade con protagonisti Beavis e Butt-Head è stato rianimato, sperando che prima o poi finisca tra i giochi supportati dal MAME. Notizie che non vorresti mai leggere: i server di GameFront sono finiti off-line, e con essi 20 anni di mod, patch, utility e tanto altro. Basta con questa moria dei server!

Goetia

Goetia

Mistero, suspense e soprannaturale sono i principali ingredienti di Goetia, avventura punta-e-clicca con protagonista una ragazzina-fantasma morta da 40 anni e ora tornata sul piano materiale sotto forma di globo luminoso. L’obiettivo del globo-fantasma (anche conosciuto come Abigail Blackwood) è quello di esplorare la magione di famiglia alla ricerca di indizi sui parenti scomparsi, “possedendo” oggetti e risolvendo enigmi come in tutte le avventure punta-e-clicca che si rispettino. Disponibile come download digitale per PC da aprile.

Pang Adventures

Pang Adventures

Chi non ne avesse avuto abbastanza di sforacchiare palloni vaganti negli arcade degli anni ‘80 potrà ora avere un’altra chance con Pang Adventures, versione riveduta e corretta del Pang originale (classe 1989) e dei suoi seguiti opportunamente adattata alle moderne macchine videoludiche. Il gameplay di base (lo sforacchiamento dei palloni vaganti di cui sopra) dovrebbe essere rimasto intatto, mentre le novità includono boss di fine livello, “tonnellate” di armi, tre modalità di gioco più il multiplayer in locale o su Internet. Disponibile da aprile come download digitale su PC Windows.

Pyre

Pyre

Prima c’era Bastion, poi venne Transistor e ora sta per arrivare Pyre: il nuovo gioco di Supergiant Games è ancora una volta un action-RPG caratterizzato da uno stile grafico ricercato, musica evocativa e gameplay innovativo, con un mondo fantasy originale a fare da sfondo alle vicende di tre personaggi mascherati noti come Esiliati: al pari degli altri Esiliati, il party a cui si accoda il giocatore viaggia per il mondo alla ricerca di avversari da sfidare in combattimento attraverso il Rito, con l’obiettivo ultimo di purificarsi l’anima per poter tornare a casa. In arrivo nel 2017 su PC Windows e PS4.

Pyre - screenshot 1 Pyre - screenshot 2

Pyre - screenshot 3 Pyre - screenshot 4

Ruiner

Ruiner

Il mondo cyberpunk dell’anno 2091 è sporco, cattivo e pieno di brutti ceffi da ammazzare, e il protagonista semi-robotico di Ruiner sta chiaramente dalla parte di chi ammazza. Gli sviluppatori polacchi di Reikon Games - precedentemente al lavoro su The Witcher 2, Dying Light e Dead Island: Riptide - promettono azione e meccaniche da sparatutto in un gioco con forti elementi narrativi pesantemente ispirato agli “anime cyberpunk di culto.” Tra quegli anime c’è ovviamente Akira, anche se gli sviluppatori non lo dicono. In arrivo entro il 2016 su PC Windows, Linux e OS X.

Severed

Severed

Sviluppato da DrinkBox Studios, studio già noto per Guacamelee!, Severed è un dungeon crawler in prima persona dove la protagonista ha un braccio solo ma è in grado di equipaggiare “pezzi” degli avversari appena sconfitti per assorbirne le abilità. Progettato per le piattaforme dotate di touch screen, Severed doveva inizialmente uscire nel 2015 ma si è poi evoluto significativamente dall’idea di partenza ed è ora disponibile (da aprile) per PlayStation Vita. A settembre arriverà su Wii U, in seguito su Nintendo 3DS.

Stellaris

Stellaris

Il sottoscritto non è particolarmente amante degli strategici, ma il tono da epica spaziale di Stellaris sembra tutto fuorché noioso: il nuovo RTS di Paradox trascina il giocatore nell’anno 2200, gli fornisce una galassia tutta da esplorare e naturalmente nemici da affrontare con la diplomazia, la guerra o una combinazione delle due. Alla fine del gioco solo una civiltà potrà risultare vittoriosa, e gli sviluppatori hanno ben pensato di rendere le fasi conclusive di una campagna più interessanti con crisi sistemiche come la ribellione di robot dotati di IA senziente, l’arrivo di avversari extra-galattici (o persino extra-dimensionali) e altro ancora. Disponibile da maggio su PC Windows, Linux e OS X.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - marzo 2016Videogame highlights - maggio 2016»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta