Tre highlights mensili dal mondo dell’emulazione

28 Luglio 2016 · Archiviato in Emulazione & Retrogaming, Notizie 
Questo articolo è parte della serie Emulazione avanzata

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebPiuttosto che prendersi una vacanza dalla scrittura di codice e dal reverse engineering dei chip delle vecchie macchine videoludiche, gli sviluppatori di emulatori approfittano del periodo più caldo dell’anno per rilasciare aggiornamenti per alcuni dei progetti più rappresentativi della scena dell’emulazione moderna. Negli ultimi tre mesi sono infatti uscite nuove versioni di ScummVM e Dolphin, mentre un progetto apparentemente nato per assimilare tutti gli emulatori del mondo introduce una novità importante riguardante una delle console Nintendo più amate.

L’aggiornamento di ScummVM rappresenta l’highlight emulativo scelto da Sir Arthur per il mese di maggio: la release 1.8.1 della virtual machine preferita dagli appassionati di vecchie avventure grafiche arriva a corta distanza dalla precedente versione 1.8.0, portando in dote un miglioramento significativo alla conversione per gadget Android, aggiungendo il supporto alla console portatile 3DS di Nintendo, miglioramenti per le versioni Windows e OS X e correggendo bug negli engine videoludici di Drascula, Legend of Kyrandia, Labyrinth of Time, le versioni localizzate di I Have No Mouth, and I Must Scream, Broken Sword 2.5.

Se ScummVM 1.8.1 è un update dichiaratamente minore per la VM degli avventurieri, Dolphin 5.0 si qualifica come una major release dalle novità a dir poco eccessive: l’ultima versione dell’emulatore open source capace di far girare buona parte dei giochi per GameCube e Wii su PC con una grafica migliore dell’originale include 10.000 contributi al codice che riguardano fix per crash, compatibilità, nuove funzionalità e molto altro. Dolphin 5.0 è uscito a giugno ed è più compatibile ed efficiente di quanto sia mai stato in passato, dicono gli sviluppatori, emulando con maggiore accuratezza le componenti hardware delle due console di Nintendo.

Maggior accuratezza nell’emulazione non significa prestazioni ridotte, poiché le innumerevoli ottimizzazioni nella gestione della grafica e la pulizia del codice sorgente hanno portato alla distribuzione di quella che i coder identificano come la versione di Dolphin più veloce di sempre. Dolphin 5.0 usa tutte le estensioni hardware possibili (su CPU o GPU) per incrementare le performance emulative, anche se il prezzo da pagare per godere di questi vantaggi è rappresentato da una lista aggiornata di requisiti hardware minimi inclusiva di CPU e sistema operativo a 64-bit (da Windows 7 in poi), scheda grafica compatibile con Direct3D 10/OpenGL 3 e almeno 2 Gigabyte di RAM.

L’ultima novità dal fronte dell’emulazione avanzata è infine arrivata questo mese di luglio, un progetto di conversione portato avanti dagli sviluppatori di Libretro e dedicato all’emulazione a basso livello dell’hardware grafico del Nintendo 64. Libretro è una API scritta in C, utilizzata soprattutto per realizzare engine ed emulatori videoludici sotto forma di “core” multi-piattaforma da far gestire a un frontend come RetroArch; una sorta di “Borg dell’emulazione” che sta guadagnando velocemente popolarità assimilando un gran numero di emulatori di console precedentemente disponibili solo come progetti stand-alone.

Il nuovo emulatore N64 in formato Libretro si chiama dunque paraLLEl, e viene descritto come la prima, rivoluzionaria implementazione di un engine emulativo in grado di sfruttare le funzionalità delle librerie grafiche Vulkan: paraLLEl reimplementa in hardware il plug-in Angrylion, vale a dire la più accurata replica software del Reality Display Processor (RDP) della macchina Nintendo di quinta generazione, e sul lungo periodo aggiusterà tutte le storture che hanno fin qui impedito una corretta emulazione della console a piena velocità.

Con paraLLEl le routine di Angrylion per l’emulazione a basso livello (LLE, appunto) dell’RDP sono gestite interamente via GPU, l’accuratezza dell’emulazione è nettamente superiore e non richiede hack specifici per ogni gioco mentre i bug che ancora piagano la rinascita dell’N64 su piattaforme informatiche moderne dovrebbero presto diventare solo un brutto ricordo del passato. Una prima versione “pre-alpha” del core di emulazione è già disponibile con le nuove versioni di Libretro e RetroArch, e in futuro paraLLEl dovrebbe diventare lo stato dell’arte nell’emulazione del Nintendo 64 per l’intero progetto Libretro e non solo.

Read this post in English

Sfoglia la serie«ResidualVM e PCSX2, novità dal futuro
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

5 Risposte a “Tre highlights mensili dal mondo dell’emulazione”

  1. Emanuele il 29 Luglio 2016 00:17

    Ho scoperto il progetto libretro relativamente da poco (cercavo lo stato dell’arte quanto ad emulazione NES, anche se poi le voci le ho trovate ampiamente esagerate) e devo dire di esserne rimasto semplicemente estasiato… Di fatto rappresenta la realizzazione di un sogno sotto tantissimi punti di vista… Inutile dire che spero vivamente cresca in fretta e senza intoppi, e la notizia riguardo l’N64 lascia ben sperare direi :)

    Chissà che non arrivi davvero il giorno in cui un singolo software mi permetterà di emulare tutto l’emulabile


    Browser Firefox 47.0 Firefox 47.0 sull'O.S. Unknown O.S. Unknown O.S.
    Mozilla/5.0 (Android 6.0; Mobile; rv:47.0) Gecko/47.0 Firefox/47.0
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 30 Luglio 2016 01:07

    Io di Libretro/RetroArch ne sento parlare da anni, tramite gli aggiornamenti progressivi del sito NonMAME, ma solo ultimamente mi è capitato di approfondire un pelino la questione - prima di scrivere la news in oggetto.

    In quanto a testare il tutto con mano, per il momento soprassiedo: oramai solo al culmine del mio scazzo con Vistaster e con un hardware che non ho ancora capito se è rotto o semplicemente soffre pure lui il software di merda che lo usa, questa estate mi darò un grosso pizzico sullo stomaco e mi sorbirò il macello richiesto per l’upgrade a Windows 7.

    E allora, se l’hardware tornerà utilizzabile, recupererò un bel pò di roba a cominciare dagli emulatori vecchi e nuovi…


    Browser Firefox 28.0 Firefox 28.0 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows NT 6.0; rv:28.0) Gecko/20100101 Firefox/28.0
  3. Emanuele il 31 Luglio 2016 16:49

    Libretro sarebbe interessante anche da questo punto di vista eventualmente, visto che per sua stessa natura permetterebbe una eventuale transizione indolore ad una distro Linux di tutti i core… A quel punto una leggerina che si adatti all’HW potrebbe fare la differenza

    Io come detto è da quando l’ho scoperta che ci fantastico un po’ su immaginando come poterla sfruttare a dovere… E l’idea di un bell’HTPC minimale che mi gestisca tutta la lbreria dei retrogame non mi dispiacerebbe mica :) … Vedremo come evolve la cosa


    Browser Firefox 47.0 Firefox 47.0 sull'O.S. Unknown O.S. Unknown O.S.
    Mozilla/5.0 (Android 6.0; Mobile; rv:47.0) Gecko/47.0 Firefox/47.0
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 1 Agosto 2016 12:11

    Un “media PC” per l’emulazione?!? Naaa… L’approccio non mi piace neanche un pò :-D

    Se voglio retrogiocare sul 40″ Full HD che ho qui di fianco basta collegare il laptop con un cavo HDMI, tirare fuori mouse e tastiera wireless e sedersi sul divano.

    Piuttosto che un HTPC io sarei per l’approccio contrario, nel senso di recuperare hardware e supporti fisici per ogni singola retro-piattaforma e vedere quanto schifo fa il segnale analogico su un LCD senza upscaling :-D

    Comprare vecchie console, schede arcade (JAMMA, MVS ecc.) e cartucce è ai primi posti della mia lista infinita di cose da fare quando c’avrò soldi sufficienti a pagare almeno le spese mensili di casa :-D Al momento ho una PS2 slim ricevuta in regalo, un’Intellivision da recuperare in garage e qualche vecchio PC (Pentium 4, PC1, 286) da rimettere in sesto con cui sperimentare. Altro che HTPC :-D


    Browser Firefox 28.0 Firefox 28.0 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows NT 6.0; rv:28.0) Gecko/20100101 Firefox/28.0
  5. Emanuele il 5 Agosto 2016 16:42

    Nu… per carità, mi sarebbe piaciuto riuscire a collezionare il vecchiume di cui parli (anche se a quel punto o si recupera anche un ottimo CRT o niente :P ), ma col tempo son diventato più realista e l’approccio moderno e minimale mi attrae decisamente più

    Un bel NAS sui stoccare tutto quanto c’è di interessante da giocare, un miniPC attaccato ad un buon monitor, e si vive felici e senza problemi :)


    Browser Google Chrome 52.0.2743.82 Google Chrome 52.0.2743.82 sull'O.S. Windows NT Windows NT
    Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/52.0.2743.82 Safari/537.36 OPR/39.0.2256.48

Lascia una risposta