Videogame highlights - gennaio 2016

16 Marzo 2016 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Ogni tanto qualcuno spunta fuori e dispensa una profezia apocalittica che sembra destinata a diventare realtà, tipo Bird Sister e il resto della crew cinese di 3DM che parlano di tecnologie DRM “incrackabili” da qui a due anni. Un mercato videoludico su PC privo di release pirata, che dal mio punto di vista equivale a dire un mercato PC senza futuro. Stronzate. Il futuro è pieno di pirateria e giochi a costo zero, così come è a dir poco improbabile che la realtà virtuale dei costosi caschetti di Oculus e compagnia diventi qualcosa di diverso da una curiosità polverosa da mostrare ai parenti a Natale. Davvero: quale imbecille autolesionista si infilerebbe uno scomodo casco per rilassarsi coi videogiochi?

A Boy and His Blob

A Boy and His Blob

Nel 1989, i due piccoli eroi di A Boy and His Blob salvarono Blobolonia dalle grinfie di un imperatore malvagio su NES; nel 2016, il ragazzino dall’espressione atona e il suo personale blob mutaforma sono tornati nella rivisitazione in alta definizione del puzzle-platformer originale e hanno ovviamente lo stesso obiettivo. Il blob può trasformarsi in oggetti diversi se rifornito di apposita caramella gommosa, aiutando il bambino a risolvere i puzzle o ad affrontare i nemici che si parano davanti al loro cammino. Uscita originariamente su Wii nel 2009, la versione hi-def di A Boy and His Blob è disponibile da gennaio 2016 su console e PC.

Assassin’s Creed Chronicles: India

Assassin's Creed Chronicles: India

Dopo il primo capitolo ambientato in Cina, la mini-serie di Assassin’s Creed in due dimensioni e mezzo si è spostata di qualche secolo e di qualche migliaio di chilometri per questo secondo episodio: Assassin’s Creed Chronicles: India segue le gesta di Arbaaz Mir, assassino provetto che agisce in un’epoca (1841) in cui il subcontinente indiano è scosso dalla guerra tra l’Impero Sikh e la Compagnia delle Indie Orientali. L’impostazione di platformer stealth è la stessa di “China”, le armi sono a tema indiano e le esplosioni abbondano. Disponibile su PC Windows e console da gennaio 2016.

Chiptune Champion

Chiptune Champion

Al mondo ci sono le persone normali, e poi ci sono quelle per cui la sfida tradizionalmente posta dai rhythm games non è sufficiente e hanno bisogno di qualcosa di ancora più complicato per flippare davanti al monitor. Chiptune Champion è la risposta a questo genere di esigenze malsane, un gioco-musicarello in cui il ritmo può essere tenuto sia con la tastiera ferma sulla scrivania che in modalità “strum”, usando la suddetta tastiera come se fosse uno strumento a corda. Ci sono 40 canzoni rigorosamente “chiptune” tra cui scegliere la propria tortura, ed è ovviamente possibile importare la propria canzone preferita o condividere nuove creazioni con la community. Disponibile come download digitale su PC da gennaio 2016.

Deadbolt

Deadbolt

C’è un’epidemia di non-morti da affrontare, e il protagonista di Deadbolt dovrà indossare la maschera del mietitore per avere accesso a più di 30 diverse armi (falce inclusa) per imbrattare i muri del sangue di zombi, vampiri, boss e molto altro. Il tema delle maschere omicide s’era già visto dalla prospettiva a volo d’uccello di Hotline Miami, mentre nel caso di Deadbolt l’approccio è un ancor più classico 2D a scorrimento laterale con un pizzico di azione stealth. Disponibile da lunedì come download digitale su PC.

Homeworld: Deserts of Kharak

Homeworld: Deserts of Kharak

Superati gli ostacoli connessi all’acquisizione dei diritti per il reboot della saga originale di fine anni ‘90, Blackbird Interactive e Gearbox Software hanno trasportato le esplosioni spaziali di Homeworld sul mondo desertico di Kharak per il prequel: Homeworld: Deserts of Kharak è uno strategico in tempo reale che vede le fazioni contrapposte dei clan Kushan darsi battaglia per conquistare la “anomalia primaria”, un misterioso oggetto che spunta dalle sabbie e che inevitabilmente porterà agli eventi narrati nel primo Homeworld. Nel nuovo gioco l’azione è tutta al suolo ma la portata epica degli scontri dovrebbe essere pari a quella dell’originale. Homeworld: Deserts of Kharak è disponibile da gennaio come download digitale per PC Windows.

Song of the Deep

Song of the Deep

Dal punto di vista di una giovane ragazza che si costruisce un sommergibile rabberciato e parte alla ricerca del padre intrappolato in fondo all’oceano, nessuna profondità è profonda abbastanza: Song of the Deep segue Merryn, la ragazza di cui sopra, nella sua missione di salvataggio in un mondo sottomarino pieno di ambienti da esplorare, ostacoli o nemici da affrontare. L’esplorazione a scorrimento laterale (ma anche verticale) è in stile Metroidvania, con nuove sezioni di gioco sbloccabili con la conquista di un nuovo “upgrade”, lo scenario promette di essere evocativo quanto basta. In arrivo nel secondo trimestre del 2016 su PC Windows, PS4 e Xbox One.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - dicembre 2015Videogame highlights - febbraio 2016»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta