Console war, qualcosa sta cambiando?

6 Gennaio 2016 · Archiviato in Notizie, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Console war

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal Web A due anni dal debutto dell’ottava generazione di console videoludiche domestiche, la situazione di mercato e le speculazioni senza fine permettono di identificare qualche punto fermo accanto a molte incertezze: Sony PlayStation 4 continua a godere di un successo apparentemente inarrivabile, mentre Microsoft prova a uscire dall’angolo di pugile suonato giocando la carta delle funzionalità esclusive - che esclusive alla fine non sono, o almeno non del tutto. Le incertezze? Riguardano soprattutto Nintendo, una compagnia con una prospettiva che non è mai sembrata tanto fragile.

La console PS4 ha ufficialmente raggiunto i 30 milioni di unità vendute lo scorso novembre, e stando agli ultimi numeri di VGChartz (aggiornati al 26 dicembre 2015) la macchina nipponica è al momento in 35,3 milioni di case con oltre il 50% di share del mercato. Persino Phil Spencer, responsabile del progetto Xbox, ha ammesso di non essere molto fiducioso sulla possibilità, per la console Microsoft, di raggiungere e magari superare la concorrente.

Sony deve a ogni modo fare i conti con la difficile posizione di PlayStation Vita, console portatile schiacciata dal 3DS di Nintendo e costretta a fronteggiare la concorrenza dell’intrattenimento cheap&casual delle app mobile: al momento il mercato non permette un upgrade hardware, ha suggerito il presidente di Sony Computer Entertainment Worldwide Studios Shuhei Yoshida, mentre lo sviluppo di contenuti ludici procede ma senza impegni di livello tripla-A. La corporation giapponese è pronta a investire bei soldi nelle esperienze immersive di PlayStation VR, un caschetto HMD che costerà quanto una console nuova, mentre sul fronte dello sviluppo è stato implementato l’accesso a un core aggiuntivo della CPU con vantaggi prestazionali tutti da valutare.

Probabilmente Xbox One non riuscirà mai a raggiungere le vendite di PS4, quindi il secondo posto nella console war di ottava generazione sembra ormai cosa fatta: la macchina statunitense ha al momento venduto 19,2 milioni di unità (fonte: VGChartz), e Microsoft ha completamente trasformato l’interfaccia del prodotto con un nuovo OS basato su Windows 10 e la retrocompatibilità con i giochi per Xbox 360 basata sull’emulazione software - una funzionalità inizialmente considerata impossibile e che è stata subito copiata da Sony con l’emulazione dei giochi PS2 su PS4. Diversamente da Xbox One, però, in quest’ultimo caso i dischi originali sono inutili e i giochi vanno riacquistati sotto forma di download digitali.

Console Wars, p44

Fonte immagine

Gli utenti che hanno scelto Wii U piuttosto che le console concorrenti non sono molti (12,4 milioni secondo VGChartz), ma al momento Nintendo è in una fase di transizione dipendente anche da fattori esterni al mercato: il presidente Satoru Iwata è prematuramente scomparso l’estate scorsa, un evento luttuoso a cui è seguito il rispettoso omaggio dell’intero business videoludico e la nomina di Tatsumi Kimishima (già Managing Director e presidente di Nintendo of America) come nuovo presidente della corporation. Nel frattempo è anche stata presentata Miitomo, la prima app free-to-play di Nintendo per cellulari in arrivo a marzo 2016.

Shigeru Miyamoto ha provato a identificare le motivazione dello scarso successo di Wii U (prezzo troppo alto, concorrenza dei tablet ecc.), ma la verità è che a esclusione di Super Mario Maker e di qualche release futura degna di nota (Star Fox Zero, Zelda: Twilight Princess HD) le energie di Nintendo sono tutte concentrate sul già annunciato Progetto NX: la nuova console non sarà una “semplice” console ma una piattaforma multi-dispositivo con una macchina domestica e “almeno” un’unità portatile, dicono le indiscrezioni, un ibrido con chip di nuova generazione e forse un controller completamente coperto da uno schermo touch. NX sarà qualcosa di unico e originale, ha assicurato il neo-presidente Kimishima, ed entrerà in produzione alla fine del primo trimestre del 2016. La speranza, dal punto di vista di Nintendo, è che le versioni aggiornate di PS4 e Xbox One non arrivino troppo presto sul mercato togliendo ossigeno a NX.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Console war, Nintendo gioca le sue carte
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta