Le nuove munizioni di Nintendo contro Sony e Microsoft

28 Marzo 2015 · Archiviato in Notizie, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Console war

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal Web L’ultima volta parlavo di novità sorprendenti in arrivo per le home console, e in queste due settimane ci ha pensato soprattutto Nintendo a smuovere le acque con annunci inaspettati che confermano (parzialmente) certe aspettative degli analisti e la necessità di stimolare un mercato impietoso. Ma andiamo con ordine: i numeri di NPD Group sulle vendite dell’hardware e software videoludico confermano lo strapotere di Sony anche a febbraio, almeno per quel che concerne le console domestiche, e il business della corporation nipponica cresce di conseguenza.

Nel terzo trimestre dell’anno finanziario che si è chiuso il 31 dicembre 2014, Sony ha venduto 6,4 milioni di PlayStation 4 contro i 4,5 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. La nuova PlayStation è stata lanciata in Cina il 20 marzo, e la discreta coda di potenziali acquirenti che ha salutato il debutto della console fa sperare che la macchina giapponese venga accolta un pò meno freddamente di quanto già successo per la americana Xbox One.

Parlando di Xbox One, è quasi ironico che la performance inferiore sul mercato corrisponda a una inferiorità costante della risoluzione grafica e dei frame al secondo nei giochi: il cosiddetto Resolutiongate non perdona, e i titoli multipiattaforma continuano a offrire un’esperienza più definita o più veloce su PS4. Il Resolutiongate potrebbe attenuarsi o addirittura sparire con l’arrivo delle DirectX 12, le nuove API Microsoft che promettono di rivoluzionare la grafica 3D su PC (con Windows 10) ma anche di migliorare la gestione della ESRAM di Xbox One secondo quanto sostiene il CEO di Stardock Studios Brad Wardell.

Nintendo su smartphone

E’ questo il futuro di Nintendo?

Tra l’indiscusso appeal di PlayStation 4 e i continui sforzi di miglioramento di Xbox One si è però infilata Nintendo, che la settimana scorsa ha sganciato un paio di bombe su cui si continuerà a discutere ancora a lungo: la casa di Super Mario ha finalmente deciso di entrare nel business dei giochi per gadget mobile come molti chiedevano, speravano o temevano, stringendo una partnership con il colosso giapponese DeNA - specializzato in portali mobile e siti di e-commerce - e promettendo di fornire esperienze specificatamente progettate per il mercato di smartphone e tablet.

Come ha in seguito confermato il CEO di DeNA West Shintaro Asako, il debutto di Nintendo nel mobile non corrisponderà a conversioni snaturate di giochi per Wii U - anche se né Nintendo né DeNA hanno dissipato i timori che le buone intenzioni delle due aziende verranno inghiottite in un orribile caos di microtransazioni e offerte pay-to-win . Ciò che è stato ribadito dal CEO Satoru Iwata è che Nintendo non ha intenzione di abbandonare il mercato delle console videoludiche dedicate, tanto che una nuova macchina - nome in codice NX - è già in cantiere. Del possibile successore di Wii U, o quel che è, si tornerà a parlare l’anno prossimo.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Home console, vincitore e inseguitoriConsole war, Nintendo gioca le sue carte»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta