Videogame highlights - maggio 2014

24 Settembre 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Cose che odio dell’industria videoludica, parte II: i fottuti “HD remake” di qualsiasi cosa, anche di giochi che stanno benissimo da morti e che non avrebbero dovuto vedere la luce del giorno in primo luogo; i servizi di vendita di contenuti virtuali spacciati per giochi gratuiti, che fanno appena meno schifo di quelli insozzati dal morbo mefitico delle microtransazioni; i giochi dipendenti dai server remoti che non funzionano al day-one e poi muoiono per sempre quando i suddetti server vengono chiusi, salvo ritornare a funzionare grazie alla buona volontà degli sviluppatori che realizzano patch di aggiornamento ancora e ancora e ancora. La speranza di evitare la completa trasformazione di un hobby in un merdaio commerciale arriva dai giochi indie, non a caso fortemente rappresentati negli highlights che seguono.

Mighty No. 9

Mighty No. 9

Prodotto dal creatore di Mega Man Keiji Inafune, Mighty No. 9 è un action-platformer-exploder che propone le avventure bombarole di un personaggio palesemente ispirato al suddetto Mega Man: Capcom, la proprietaria del franchise, non ne vuole più sapere niente e Inafune-san si è rivolto al crowdfunding per regalare un Mega Man “next-gen” ai fan. La campagna di autofinanziamento è stata un successo e ora Mighty No.9 comincia a prendere la sua forma definitiva, sebbene gli sviluppatori continuino a chiedere soldi per arricchire ulteriormente il gioco. La nuova incarnazione dell’androide Rock arriva ad aprile 2015 su PC e tutte le console dell’universo. No davvero.

Shadowcrypt

Shadowcrypt

Gli sviluppatori di Shadowcrypt descrivono il loro gioco come “un impegnativo combat-platformer che rende omaggio ai classici del NES come Zelda II e Castlevania”, anche se le fonti di ispirazione da cui nasce questa piccola gemma indie sono legione e includono, secondo quello che il mio subconscio di vecchio frequentatore di sale giochi mi suggerisce, così tante buone cose che non basterebbe l’intero post a elencarle. Amate i giochi difficili? Amate i gameplay che ricercano l’essenziale e si focalizzano su pochi elementi per trarne il meglio? Bene, allora amerete alla follia Shadowcrypt come il sottoscritto già fa da un mese. Almeno una volta al giorno. Disponibile ora come download digitale per PC Windows.

The Way

The Way

Un altra produzione indie che solletica in modo portentoso il mio settimo senso di vecchio giocatore è The Way, ennesimo successo del crowdfunding a mezzo Kickstarter che si ispira palesemente ad alcune delle esperienze videoludiche più belle mai create (Another World, Flashback, Heart of Darkness) per realizzare un nuovo puzzle-platformer in grado di catturare la stessa magia dei platform game bidimensionali degli anni ‘90. La storia è eminentemente sci-fi: un esploratore dello spazio non si arrende alla morte della donna amata e va alla caccia della vita eterna su un pianeta alieno; seguiranno avventure, amicizie a quattro zampe e un nuovo capitolo del successo mondiale “101 modi diversi di morire in un platform game cinematico”. The Way uscirà su PC a ottobre 2014.

Transistor

Transistor

Dopo la hit del 2011 che risponde al nome di Bastion, i talentuosi creativi di Supergiant Games tornano nell’arena con la loro nuova produzione indie tutta action-RPG, stile grafico ricercato e punto di vista isometrico: Transistor conferma le qualità del team californiano con una storia sci-fi ambientata nella città di Cloudbank, dove la protagonista, Red, rischia di essere assassinata dalla strana spada a doppia mano che da il nome al gioco. Red non morirà ma dovrà fare uso dell’arma assorbi-coscienze per contrastare il gruppo di alti ufficiali che la vuole eliminare. E per chi completerà il gioco almeno una volta ci sarà una nuova modalità di gioco chiamata Recursion. Il download digitale di Transistor è disponibile da maggio 2014 su PC Windows e PlayStation 4.

Valiant Hearts: The Great War

Valiant Hearts: The Great War

Lo stile grafico ricercato è anche uno degli elementi principali di Valiant Hearts: The Great War, nuovo puzzle-platformer di Ubisoft che, come già Child of Light, fa uso del tocco artistico (e dell’engine “UbiArt”) per raccontare una storia - quella di quattro personaggi che intrecciano le proprie vite durante la prima Guerra Mondiale, in questo caso. Il gioco prova a trattare tematiche complesse mentre i personaggi sono costretti ad affrontare le esperienze terribili della guerra, e il giocatore manda avanti la storia a suon di puzzle. Valiant Hearts è disponibile da giugno su PC Windows e console.

Viktor

Viktor

Se in precedenza si è parlato di giochi ispirati a Mega Man o Castlevania, questo paragrafo è dedicato a un piccolo titolo indie che si prefissa nientemeno che di fondere il gameplay di entrambe le serie: Viktor è un action-platformer 2D in cui l’omonimo protagonista è in grado di passare attraverso i muri, evitare gli attacchi trasformandosi brevemente in una nuova di fumo e usare vari tipi di armi da fuoco per eliminare i nemici mostruosi che si parano sulla sua strada. La storia? Si, il gioco ha una storia ma non è così importante. Viktor è disponibile come download digitale su PC Windows da giugno 2014.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - aprile 2014Videogame highlights - giugno 2014»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta