Videogame highlights - gennaio 2014

28 Febbraio 2014 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Il 2013 videoludico si è concluso e il nuovo anno promette di essere altrettanto ricco di spunti, giochi decenti e magari qualche chicca indimenticabile qua e là. Il 2014 porterà certamente in dote una grande quantità di titoli degni di essere tenuti in considerazione, giochi indie capaci di vendere milioni di copie o raccogliere milioni di dollari di finanziamenti, successi mostruosi da decine di milioni di copie vendute e tecnologie grafiche estremamente interessanti (Mantle di AMD). L’elenco di quello che personalmente mi piacerebbe non vedere più include l’idiozia dei giochi “cloud” che poi devono essere riprogrammati per funzionare off-line, le porcherie (o le vere e proprie truffe) sulla slot machine di Kickstarter e i fottuti remake di qualsiasi cosa.

Broken Age

Broken Age

Originariamente pensata per essere una release tutta d’un pezzo, Broken Age è ora diventata una serie in due Atti il primo dei quali da diritto ad avere gratis il secondo. Double Fine ha alla fine deciso di abbandonare l’idea di distribuire un prodotto incompleto tramite canale Early Access di Steam, ma il ritorno di Tim Schafer (Grim Fandango) al genere adventure sembra soffrire un pò la sindrome da anima divisa in due e ci vorrà molto più di un “retro mode” per far gridare al capolavoro. Il primo Atto di Broken Age è disponibile in digital delivery su PC dal 28 gennaio, e il gioco ha venduto a sufficienza da coprire lo sviluppo del secondo Atto.

Dark Souls II

Dark Souls II

La storia di Dark Souls II è apparentemente centrata sulla figura di un non morto alla ricerca di una cura per la sua condizione, e quella cura si chiama Morte. Di morti violente il nuovo action-RPG di From Software dovrebbe in effetti dispensarne parecchie, magari per mano di qualcuno di quegli esseri mostruosi e giganteschi che popolano numerosi il mondo di gioco. Dark Souls II sarà disponibile da marzo su console (PS3, Xbox 360), mentre arriverà su PC in un secondo momento.

Dark Souls II - screenshot 1 Dark Souls II - screenshot 2 Dark Souls II - screenshot 3

Dark Souls II - screenshot 4 Dark Souls II - screenshot 5 Dark Souls II - screenshot 6

Dark Souls II - screenshot 7 Dark Souls II - screenshot 8 Dark Souls II - screenshot 9

Dark Souls II - screenshot 10 Dark Souls II - screenshot 11 Dark Souls II - screenshot 12

Dark Souls II - screenshot 13 Dark Souls II - screenshot 14 Dark Souls II - screenshot 15

Dark Souls II - screenshot 16 Dark Souls II - screenshot 17 Dark Souls II - screenshot 18

Double Dragon Neon

Double Dragon Neon

Cosa dicevo riguardo ai fottuti remake di qualsiasi cosa nell’introduzione di questo post? Double Dragon Neon ha tutte le qualità giuste per essere catalogato come un inutile, ridicolo rifacimento di un classico degli arcade molto vicino al mio cuore di videogiocatore della prima (seconda al massimo) ora. O forse no, visto che il nuovo Double Dragon (reboot della serie a opera di WayForward Technologies dopo la bancarotta di Technos Japan) non si prende molto sul serio come già aveva fatto l’altro (Blood) Dragon famoso, e visto che di nuovi beat’em up a scorrimento non ne escono poi molti su PC. Double Dragon Neon è disponibile su console dal 2012, mentre la versione PC Windows (Steam) è stata distribuita all’inizio di febbraio.

Nidhogg

Nidhogg

Le prime notizie su Nidhogg risalgono a tre anni fa, ma solo ora il gioco arriva a completamento con una release su Steam. L’idea base del gameplay è semplice: due giocatori si affrontano in una serie di arene a scorrimento in un match con la spada, l’obiettivo è infilzare/trucidare/spappolare l’avversario ma il numero di movimenti - arricchito nella release pubblica rispetto alla prima versione del gioco - che è possibile compiere tende a complicare le cose e a rendere più divertente il tutto. Nidhogg supporta il gioco in single-player ma da il meglio di se in multiplayer locale - quello on-line è al momento sconsigliabile causa lag. Disponibile su PC Windows dal 13 gennaio.

Rain World

Rain World

Un altro gioco indie che promette di offrire un’esperienza in qualche modo originale, affascinante e - vivaddio - persino emozionante è Rain World, bizzarro ibrido tra platforming e azione stealth che ha recentemente concluso con successo la sua campagna di crowdfunding su Kickstarter. Rain World è ambientato in un mondo industriale abbandonato e torturato da una pioggia incessante, spiegano gli sviluppatori, e ha per protagonista un “lumagatto” costretto a cacciare il cibo e a essere a sua volta cacciato nel tentativo di sopravvivere alla pioggia di cui sopra. Stile grafico ispirato ai classici a 16-bit, gameplay basato sulla fisica e una colonna sonora evocativa, Rain World verrà rilasciato su PC. Prima o poi.

Rambo: The Video Game

Rambo: The Video Game

Gli sviluppatori indipendenti si rivolgono a Kickstarter per finanziarie le loro idee originali, mentre nel mondo dei grandi marchi un gioco a basso budget rassomiglia a qualcosa come Rambo: The Video Game: il titolo è basato sui primi tre film che hanno per protagonista John Rambo, è stato sviluppato dallo studio polacco Teyon e vorrebbe essere un mix di FPS, action-adventure e stealth game con un uso massiccio dei Qick-Time Event (QTE). Il risultato finale fa piuttosto schifo, a quanto pare, anche se i giocatori senza troppe pretese potrebbero trovarlo quasi divertente da giocare; l’esperienza mi dice che le recensioni non hanno tutti i torti. Disponibile dal 21 febbraio su PC Windows, PS3 e Xbox 360.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - dicembre 2013Videogame highlights - febbraio 2014»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

4 Risposte a “Videogame highlights - gennaio 2014”

  1. Emanuele il 9 Marzo 2014 15:56

    Personalmente non trovo la questione remake come un male assoluto… sono un buon modo per riportare alla luce vecchie perle che altrimenti andrebbero necessariamente dimenticate… poi alla fine chi li ha già giocati ai bei tempi può semplicemente scegliere se regalare i suoi denari alla software house o optare per altro… e fra l’altro proprio l’esempio in questione (DD) è una figata astronomica che mi ero perso ma provvederò a recuperare :P

    Per gli indie segnalati devo dire mi hanno lasciato alquanto freddino… che anche questo mercato sia ormai troppo saturo?


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1) Presto/2.12.388 Version/12.16
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 10 Marzo 2014 15:17

    Bah, io i remake non li sopporto più: va bene una volta, due, mi va daddio quando il “remake” è qualcosa come Ultimate Ghosts’n Goblins - un GnG aggiornato ai tempi moderni, stupendo - ma se i remake diventano la regola e non l’eccezione, e se come nel caso di Resident Evil 4 si tratta solo di operazioni commerciali o poco più beh, io non li gradisco per niente. Double Dragon, l’arcade originale, si prendeva molto molto sul serio, così come gli altri “brawler” degli anni ‘80. Questo remake si auto-prende un pò troppo per il culo per i miei gusti…

    Io gli indie li trovo sempre più interessanti, comunque più interessanti dei giochi AAA o dotati di licenze commerciali importanti. Quel Rain World, ad esempio…


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16
  3. Emanuele il 18 Marzo 2014 10:23

    ecco, si parlava di remake, ma come dicevo non son quelli (intesi come riedizioni di vecchi titoli in versioni moderne) che mi infastidiscono, ma queste cose

    rivendere lo stesso gioco “migliorato”/aggiustato/aggiornato o quel che si vuole… ma quanto è scorretta nei confronti dei propri fan sta politica? … cacchio persino i DLC a manetta a 1 giono dalla release sono più etici IMHO


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1) Presto/2.12.388 Version/12.16
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 18 Marzo 2014 11:13

    Beh Capcom è oramai alla frutta da tempo, vedi caso Resident Evil 6 (volevano vendere miliardi di copie con un pastrocchio che non è né carne né pesce) e appunto i rimaneggiamenti successivi di Street Fighter IV che fanno rimpiangere i tempi “sani” di Street Fighter II.


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16

Lascia una risposta