Videogame highlights – novembre 2013

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze E’ il 2014 e siamo ancora qui a dover sopportare una discussione sulle tecnologie DRM. E’ una noia mortale dover sentire di sviluppatori che si lamentano per i soldi persi a causa dei crack e della pirateria (però non tutti si lamentano), dei piccoli studi indipendenti che non hanno più un futuro (però non tutti si lamentano), dei publisher che non fanno più soldi (a parte chi raccoglie miliardi di dollari, ovviamente), di vecchie glorie senza più mercato (a parte chi raccoglie milioni o decine di milioni con il crowdfunding, naturalmente). Non che gli utenti vogliano i giochi senza restrizioni DRM, beninteso. O magari è il contrario, chissà.

» Read more

Il 2014 sorride agli emulatori di arcade 3D

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebIl nuovo anno è cominciato con la distribuzione delle versioni aggiornate di due “piccoli” emulatori 3D, progetti gestiti in maniera sostanzialmente personale da sviluppatori abituati a prendersi tutto il tempo che occorre – e spesso anche di più – per cucinare il codice e rilasciare al pubblico le build eseguibili risultanti. E in quanto a procrastinazione nessuno è più bravo di ElSemi, mamedev di lungo corso che non ha paura del reverse engineering di piattaforme complesse del calibro di CPS3 di Capcom e Model 2 di Sega.

» Read more

Videogame highlights – ottobre 2013

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze L’industria videoludica è quel posto ben strano dove i maledetti server DRM ti impediscono di giocare o finiscono off-line costringendo gli sviluppatori a rimettere mano al codice per tagliare i legami con un servizio essenziale fino al giorno prima, dove un gioco come Grand Theft Auto V può entrare in vari record mondiali Guinness superando i più grandi successi cinematografici di Hollywood e vendendo oltre 29 milioni di copie, e dove Blizzard continua a prenderci tutti per il culo con quella crosta Internet-dipendente che è Diablo III. Fortuna che esistono società come CD Projekt che hanno il successo che meritano, e che il PC a uso videoludico è una piattaforma defunta come al solito.

» Read more