Avira: sicurezza o marketing?

20 Marzo 2013 · Archiviato in Approfondimenti, Sicurezza 

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze La fiducia nel tuo software antivirale è importante, soprattutto se hai volutamente pagato per acquistarlo e installarlo sul PC. Quando l’antivirus comincia a spacciarti per sicurezza una sorta di messaggio pubblicitario visualizzato dopo un aggiornamento automatico, però, la predetta fiducia comincia a lasciare il posto alla delusione e ti viene da domandarti chi sia più stupido: tu che paghi per essere preso in giro o il genio che ha deciso di trasformare un software di protezione in un veicolo di marketing da quattro soldi.

Tale riflessione mi è stata ispirata dal seguente messaggio recentemente visualizzato da Avira Antivirus Premium versione 2013, software antimalware che uso con soddisfazione da anni e per cui pago regolarmente la licenza ogni 12 mesi.

Avira protects you from MiniDuke

Il “malware MiniDuke” a cui si riferisce Avira è uno dei sofisticati attacchi telematici scovati di recente dai ricercatori di sicurezza, un advanced persistent threat (APT) che secondo l’analisi di Kaspersky costituisce uno strumento per lo spionaggio di stato con server di comando&controllo in Panama e Turchia e la capacità di aprire una backdoor da cui far passare altri malware o agire sui file e i dati presenti nel sistema infetto. Per quanto riguarda la diffusione di MiniDuke, Kaspersky dice di aver identificato ben “59 vittime uniche in 23 paesi“.

Eppure Avira ci tiene a farmi sapere che il mio computer è sicuro e protetto dalle grinfie di MiniDuke, un software malevolo progettato con uno scopo ben preciso e diffuso tramite e-mail cucite su misura per una vittima che ha a che fare con trattati internazionali, affari governativi e cose di questo genere. Ho provato a individuare eventuali opzioni di configurazione che tagliassero fuori avvisi di tale fattura, ma non ho trovato nulla: Avira DEVE farti sapere che sei protetto da MiniDuke, anche se la possibilità che il tuo PC venga infettato da MiniDuke è a dir poco fantascientifica.

Francamente, si tratta di un comportamento stupido e indegno del sesto produttore di antivirus al mondo. Anzi peggio: questo è puro, semplice e stupido marketing, che fallisce nello scopo di “vendere” un presunto livello di sicurezza superiore perché chi lo riceve è perfettamente in grado di discernere lo stridente contrasto fra un malware “che ruba dai governi!” e la sua routine quotidiana sul PC. Avira si autoincensa, ma a me viene solo da essere d’accordo con le considerazioni del security advisor di Sophos Chester Wisniewski: il focus sugli APT è “una orribile distrazione“, i pericoli per l’utente comune (ancorché “power user” come il sottoscritto) sono altri e sono legione.

Read this post in English

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

5 Risposte a “Avira: sicurezza o marketing?”

  1. Emanuele il 20 Marzo 2013 13:30

    Ahah! … se non sbaglio anche Avast mostra messaggi simili, anche se mi pare siano disattivabili.


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1) Presto/2.12.388 Version/12.14
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 20 Marzo 2013 14:27

    Se non sbaglio l’antivirus che mio padre ha installato sul PC dell’azienda è proprio Avast, e quello addirittura “parla” quando aggiorna il database dei virus.

    Le robe dei matti, questa è informatica for dummies standardizzata e non mi piace neanche un pò.


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16
  3. ConsigliUtili il 20 Marzo 2013 15:12

    Un po’ triste ma è la realtà! Le pubblicità ormai sono necessarie a tutti e il gioco a chi la spara più grossa a volte funziona.

    Io mi chiedo quante conversioni potrà mai avere Avira con una pubblicità di questo tipo..


    Browser Google Chrome 25.0.1364.172 Google Chrome 25.0.1364.172 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.22 (KHTML, like Gecko) Chrome/25.0.1364.172 Safari/537.22
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 20 Marzo 2013 15:30

    Conversioni? Stiamo parlando di un messaggio pubblicitario (perché di questo si tratta) in un software antivirale per chi ho già pagato - e sono alla terza licenza annuale consecutiva.

    Questa è stupidità.


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16
  5. ConsigliUtili il 20 Marzo 2013 16:25

    Io guardo la cosa dal punto di vista del marketing. Secondo me loro pensano: “come facciamo a far si che i nostri clienti non passino alla concorrenza?”

    La risposta è: “Facciamo vedere che in quello che facciamo siamo bravi”

    Se anche un solo cliente che pensava di passare a Norton, per dirne uno, decide di rimanere ad Avira per quel motivo li, quella è una conversione.

    Ora, io sono d’accordo con te, è una cosa stupida, tuttavia se lo fanno evidentemente qualche guadagno ne devono trarre..


    Browser Google Chrome 25.0.1364.172 Google Chrome 25.0.1364.172 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.22 (KHTML, like Gecko) Chrome/25.0.1364.172 Safari/537.22

Lascia una risposta