Videogame highlights - speciale giugno-dicembre 2011 (parte 1)

18 Febbraio 2012 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Videogame Highlights

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze E dopo tanta attesa e trepidazione (soprattutto da parte del sottoscritto), anche i videogame highlights tornano a fare capolino su queste pagine con un maxi-update che copre gli ultimi 7 mesi del 2011. Nello sfoltire l’enorme mole di link e giochi collezionati nel succitato periodo ho cercato come sempre di seguire in parte i miei gusti personali e in parte le sirene strombazzanti dell’industria, che hanno comunque avuto modo di assordare il mondo con eventi come l’E3 e relative press conference di Microsoft, Sony e Nintendo, il Tokyo Game Show e la presentazione della console PlayStation Vita. Il materiale da smaltire è parecchio, quindi chiudo l’introduzione e passo tosto a trattare i singoli giochi.

Alice: Madness Returns

Alice: Madness Returns rappresenta il doppio ritorno del game designer American McGee e della sua personalissima versione videoludica della favola di Lewis Carroll. Alice torna nel Paese delle Meraviglie ma le cose sono molto, molto diverse rispetto al suo primo viaggio fantastico. In fondo anche Alice è molto diversa, anzi direi proprio pazza, quindi tutto si tiene… Il gioco action-adventure è uscito a giugno 2011 su PC Windows, Xbox 360 e PS3, le opinioni sulla qualità del gameplay sono contrastanti ma l’atmosfera contorta evocata dalla veste grafica è indubbiamente d’effetto.

Assassin’s Creed: Revelations

Intendiamoci, quando si parla di assassini videoludici io tendo sempre a preferire il protagonista di Thief a un Auditore qualsiasi. Però è innegabile che la serie Assassin’s Creed di Ubisoft dimostri un certo stile: Revelations, il quarto episodio del franchise, vede protagonisti tutti e tre i principali personaggi visti in precedenza (Desmond Miles, Altaïr ibn La’Ahad ed Ezio Auditore da Firenze) ma si focalizzata sulla storia dell’assassino italiano concludendone il ciclo. Nuove armi, scenari multipli e trame intricate fanno da contorno a questo ennesimo blockbuster Ubisoft da 7 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Disponibile da novembre 2011 su PC Windows, Xbox 360 e PS3.

Deus Ex: Human Revolution

Ambientato nel 2027, 25 anni in anticipo sul primo titolo della serie creata dal designer Warren Spector, Deus Ex: Human Revolution segue le gesta del direttore della sicurezza delle Sarif Industries Adam Jensen: il protagonista, suo malgrado trasformato in un cybord transumano “aumentato” con potenziamenti ultra-sofisticati, verrà coinvolto in un conflitto tra corporazioni nell’alba del nuovo mondo bio-meccanico del prossimo futuro.

In gioco non c’è solo il controllo del mondo ma anche la società e la natura stessa degli esseri umani, e Jensen affronterà la sfida potendo contare su un gameplay complesso e aperto fondato su elementi stealth, hacking e interazione sociale. Disponibile su PC, PS3 e Xbox 360 da agosto 2011, Deus Ex: Human Revolution ha fatto praticamente il botto conquistando critica e giocatori - più di 2,18 milioni di giocatori paganti, per la precisione.

Diablo III

Da quello che ho letto in questi mesi, la faccenda Diablo III sta prendendo una piega non molto positiva dal punto di vista di un appassionato hardcore della storica saga (io) che non gradisce il gioco on-line: Blizzard ha annunciato che il suo nuovo blockbuster - attualmente in fase di beta - richiederà una connessione permanente a Internet anche in modalità single-player, un fatto che non è piaciuto a un gran mucchio di persone e che la software house californiana ha provato a giustificare in ogni modo.

Le DRM in generale sono una merda ma quelle di Diablo III minacciano di essere pura assurdità, senza considerare le altre spiacevolezze avvenute durante lo sviluppo del gioco che qui di seguito ripropongo in rigoroso ordine cronologico: Diablo III includerà un ridicolo sistema di aste per l’oggettistica in-game su cui circolerà denaro reale, verrà castrato nella sua virilità PCista per accomodare i gusti da omogeneizzato e l’handicap da gamepad dei possessori di console, è stato massicciamente modificato e tagliuzzato in base al feedback dei betatester, ha perso uno dei suoi produttori senior per motivi non meglio precisati. I lati positivi di un gioco sempre meno attraente per il sottoscritto? Livelli di difficoltà assurdi, filmati da mascella slogata e un gameplay che nonostante tutto appare coinvolgente e divertente.

Kingdoms of Amalur: Reckoning

Che cosa esce fuori da un mix che comprende un famoso cartoonista (Todd McFarlane), un famoso game designer (Ken Rolston) e un famoso scrittore di narrativa fantasy (R.A. Salvatore)? Apparentemente i suddetti figuri creano un RPG d’azione spettacolare, con un sistema di combattimento divertente ma piuttosto fiacco nell’ispirazione e nel tono generale. In Kingdoms of Amalur: Reckoning c’è un eroe, ci sono tante cose da fare (e da uccidere) ma purtroppo c’è anche uno di quei sistemi on-line idioti per impedire la vendita di seconda mano del gioco. Disponibile per PC, Xbox 360 e PS3 dal 7 febbraio 2012.

Metal Gear Rising: Revengeance

Grandi cambiamenti apportati al gioco un tempo noto come Metal Gear Solid: Rising: il progetto originale di Kojima Productions, cioè un nuovo stealth-action game nella saga di Metal Gear, è stato in questi mesi prima cancellato e poi appaltato a quei pazzoidi di Platinum Games (Bayonetta anyone?) che ne faranno un titolo tutto incentrato sull’azione frenetica a filo di lama - l’affilatissima lama del cyborg-ninja Raiden sempre meno umano e sempre più letale a ogni iterazione videoludica che ne narri le gesta. Diretto dal programmatore capo di Bayonetta, Metal Gear Rising: Revengeance viene sviluppato in Giappone e si vede, preferisce la PlayStation 3 all’Xbox 360 ed è in arrivo (apparentemente solo su console) in una data non precisata del prossimo futuro.

Prey 2

Un notevole filmato in grafica prerenderizzata diffuso prima dell’E3 2011 introduce il mondo e l’ambientazione di Prey 2, sequel di quel mitologico pezzo di semi-vaporware che ci ha messo la bellezza di 11 anni per approdare sul mercato come prodotto finito. Anche in questo caso Human Head Studios stà sviluppando uno sparatutto in prima persona ambientato su un mondo ostile, dove l’alieno è l’umano protagonista e non gli alieni propriamente detti. A quanto pare le scene in CG danno un’idea fedele di quello che dovrebbe essere il gioco vero e proprio, e questa volta l’attesa per dare la caccia agli alieni sarà breve: Prey 2 è in uscita su PC, Xbox 360 e PS3 nel secondo (o terzo) trimestre del 2012. E’ una promessa. No davvero.

Read this post in English

Sfoglia la serie«Videogame highlights - maggio 2011Videogame highlights - speciale giugno-dicembre 2011 (parte 2)»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

4 Risposte a “Videogame highlights - speciale giugno-dicembre 2011 (parte 1)”

  1. Engelium il 18 Febbraio 2012 10:57

    Anche se non è proprio il mio genere Deus Ex è stato davvero bello da giocare… cioè io mi sarei buttato decisamente su altro (ad esempio MK lo abbiamo accantonato troppo in fretta IMHO) ma la modalità di gruppo che abbiamo adottato (e che funziona alla grande) con gli amici non permette troppe libertà purtroppo, ma dà sicuramente innumerevoli vantaggi (chissà se si inventeranno una DRM ad hoc per impedircelo XD)

    Alice però devo ricordarmi di recuperarlo personalmente perchè mi ispira mucho, sisi :)


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1; U; it) Presto/2.10.229 Version/11.61
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 18 Febbraio 2012 16:31

    Curiosità: che sarebbe la modalità di gruppo di cui parli? Avete assaltato le guardie una alla volta in 10 contro uno? Bravi, molto sportivo XD

    Tu dici “recuperare” Alice? Tzé…. Io mi sono per l’ennesima volta ridotto a limare i minuti e i secondi al mio record personale su Prince of Persia (quello del ‘90, non del 2003 :-P), e mi sono bloccato a Diablo II al punto in assoluto più ostico di tutto il gioco: gli Antichi sul Monte Arreat a livello di difficoltà Inferno.

    Mi ci ero impantanato con il Paladino, ci sono ricascato con l’Incantatrice: è uno delle cose più difficili e snervanti che abbia mai affrontato nella mia carriera videoludica :-P

    Per non parlare dei “giochini” che ho scaricato e manco installato ancora (Crysis, Titan Quest, Bioshock, Machinarium, Limbo, …)…. Recuperare, tu dici. Beato te che hai solo il problema di recuperare Alice XD

    Una cosa è certa: quando sarò tornato a ritmi umani col blog e non ci farò più le 2 di notte nel tentativo di smaltire il mostruoso arretrato accumulato in questi mesi, ritornerò a videogiocare come si deve a partire proprio da Diablo II. Spero XD


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16
  3. Engelium il 18 Febbraio 2012 18:21

    Curiosità: che sarebbe la modalità di gruppo di cui parli? Avete assaltato le guardie una alla volta in 10 contro uno? Bravi, molto sportivo XD

    Uhmm… mica male come idea XD … no molto più semplicemente ormai si gioca solo e soltanto (beh più o meno) tutti insieme portando avanti di volta in volta un gioco diverso… positivo perchè abbatti di brutto le spese, hai a disposizione tutto l’arsenale del mondo (PS3, Xbox360, Wii e PC), ideale in inverno (ma anche d’estate mica s’è scherzato :P ), e via di questo passo…. ma chiaramente nella scelta dei titoli vince la massa ( = Alice o me lo gioco in proprio o m’attacco :P )

    Comunque a parte le suddette sessioni di gruppo (salve sono Emanuele e anche io gioco ai videogiochi XD ) devo dire che nn ho giocato granchè negli ultimi tempi… ma recupererò, ah se lo farò

    Per non parlare dei “giochini” che ho scaricato e manco installato ancora (Crysis, Titan Quest, Bioshock, Machinarium, Limbo, …)

    Machinarium e Limbo son state delle belle esperienze, ma mi aspettavo di meglio onestamente..

    PS
    Firefox 3.6 nun se pò legge’ nel 2012 … beh, non che WinVista faccia più figura XD


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1; U; it) Presto/2.10.229 Version/11.61
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 19 Febbraio 2012 00:32

    In effetti non si può vedere… Facciamo così: per quando uscirà quella ciofeca mitologica e annunciata di Windows 8 (cioè fine 2012), io sarò sicuramente passato a Windows 7 :-P

    Per quanto riguarda il browser, poi, mi sa che il mio prossimo upgrade sarà a Opera: Firefox ha imboccato una parabola discendente che non lascia scampo, pare….


    Browser Firefox 3.6.16 Firefox 3.6.16 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.16) Gecko/20110319 BTRS35926 Firefox/3.6.16

Lascia una risposta