Musopen libererà la musica classica dal copyright

16 Settembre 2010 · Archiviato in Musica, Notizie 

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal Web L’ambizioso obiettivo che il founder di Musopen si era prefissato è stato raggiunto e ampiamente superato: Aaron Dunn è riuscito a raccogliere oltre 68.000 dollari per il suo progetto di liberazione delle grandi sinfonie, un progetto che necessitava di 11.000 dollari per essere finanziato completamente e la cui popolarità è schizzata alle stelle nel corso delle ultime due settimane portando allo straordinario risultato di cui sopra. Dunn ringrazia i tanti che hanno supportato la sua idea e promette ulteriori iniziative aventi il medesimo scopo: restituire al pubblico dominio la musica classica.

Approfittando dell’ospitalità di Kickstarter, piattaforma di “crowdfunding” per il finanziamento di progetti creativi lontani dalle mere logiche del business, ad agosto Dunn ha avviato la sua campagna di raccolta fondi per portare la musica dei grandi autori nel pubblico dominio. Il problema della musica classica è infatti la sua duplice natura nei confronti delle leggi sul copyright: le composizioni sono di pubblico dominio ma le esecuzioni dal vivo e le registrazioni su CD sono di proprietà della etichette discografiche.

L’archivio musicale di Musopen è da tempo impegnato a superare questa limitazione fornendo agli utenti il diritto di fare quello che vogliono con la musica classica: ascoltarla, scaricarla, condividerla sul P2P, masterizzarla ad amici e parenti, remixarla. Grazie a Kickstarter e alla generosità di 1276 supporter, Dunn - che nella vita di tutti i giorni lavora per Box.net - e i suoi collaboratori riusciranno ora ad assumere un’orchestra di caratura internazionale per ottenere esecuzioni di alto livello delle più importanti composizioni dei grandi autori classici.

Musopen - Set music free

Una volta registrate le performance, Musopen rinuncerà a tutti i diritti d’autore connessi e le distribuirà on-line a completa disposizione di chiunque vorrà scaricarle, condividerle e riutilizzarle. La pagina Kickstarter del progetto elenca Beethoven, Brahms, Sibelius e Tchaikovsky come autori delle sinfonie da restituire al pubblico liberandole dai vincoli del copyright. Per quanto riguarda i musicisti da ingaggiare, Dunn parla esplicitamente della London Symphony Orchestra nel suo post di ringraziamento dopo la conclusione del countdown della raccolta fondi.

E le grandi sinfonie sono solo l’inizio, promette Dunn nel suddetto post: la raccolta di così tanto denaro rispetto all’obiettivo originale - grazie a una popolarità che ha conquistato il social bookmarking e i siti di informazione di mezzo mondo - ha aperto praterie di nuove idee su come far si che una quantità sempre crescente di contenuti musicali classici divenga di pubblico dominio. Per il momento Dunn dice di sentirsi “umile di fronte alla vostra generosità, non solo per il denaro che avete donato ma per l’aiuto a spargere la voce sul progetto e l’incoraggiamento personale“. “Per quello che negli ultimi cinque anni è stato uno sforzo solitario - dice Dunn - questo è uno sviluppo drammatico e toccante“.


Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

3 Risposte a “Musopen libererà la musica classica dal copyright”

  1. Engelium il 17 Settembre 2010 14:21

    Iniziativa davvero notevole!

    Personalmente non ne avevo sentito nemmeno parlare, ma penso proprio che un pensierino alla donazione lo farò volentieri in questo caso :)


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1; U; en) Presto/2.6.30 Version/10.62
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 17 Settembre 2010 14:30

    Well, credo che le donazioni siano belle che terminate, almeno per quanto riguarda l’iniziativa specifica. Immagino, vista la natura continuativa di Musopen, che si possa collaborare al progetto per altre vie al di là della campagna su Kickstarter….

    P.S.Chi non muore si rivede! Mi stavo preoccupando a non sentirti più da queste parti :-P

    Troppo impegno con l’università o cosa? Ti sei dato a Puzzle Quest pure te? No perché io ultimamente ci ho perso le “orate” XD


    Browser Firefox 3.6.8 Firefox 3.6.8 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.2.8) Gecko/20100722 Firefox/3.6.8
  3. Engelium il 17 Settembre 2010 14:37

    Mah non credo che rifiutino un’offerta XD

    P.S.Chi non muore si rivede! Mi stavo preoccupando a non sentirti più da queste parti

    Solito esilio estivo in assenza di internet e tecnologie varie… che per altro ha un che di catartico :D

    E niente Puzzle Quest… qui si smadonna dietro il buon vecchio Indy su ScummVM visto che non mi ricordo minimamente come risolvere gli enigmi O_o


    Browser Opera 9.80 Opera 9.80 sull'O.S. Windows 7 Windows 7
    Opera/9.80 (Windows NT 6.1; U; en) Presto/2.6.30 Version/10.62

Lascia una risposta