L’ingegneria sociale è caduta davvero in basso…

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Qualcuno potrebbe pensare che le strategie correntemente messe in atto dai cyber-criminali per carpire informazioni personali siano sofisticate, pericolose e a prova del miglior software antivirus. Magari è così, però è altrettanto vero che accanto alla tecnica sopraffina i malfattori di cui sopra usano ancora trucchi da quattro soldi contro cui in teoria non servirebbe nemmeno l’antivirus. Basterebbe tenere sempre acceso il cervello quando ci si trova davanti allo schermo.

Ecco l’e-mail che mi è recentemente arrivata da un presunto indirizzo “istituzionale”, concernente la mia altrettanto presunta vittoria nella “Online Lottery Sweepstakes Promotion” di Londra:

REFERENCE #: UKL/452093G9/21
EMAIL TICKET #: 106-7871-404-199
This e-mail is to congratulate you as your email address have won you a cash prize of 715,000.00 Great British Pound in our Online Lottery Sweepstakes Promotion held in London August 2010. To file your claims, contact;
Agent: Mr. Douglas Hudson
E-mail: uknlverificationdepartment@w.cn

Note: You are required to tender your Full Name(s) & Reference # (same as above) Full Address, Country Of Residence, Occupation, Age, Sex, Telephone Number to the claims agent, via email for a valid response. Congratulations from all members and staffs of this program. Thank you for being a part of this online lottery promotion.

A parte l’assurdità di ricevere una notifica per una lotteria inglese in Italia, venendo in contatto con questa ben nota truffa telematica vien da chiedersi: è davvero così semplice spingere le persone a dare via nome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e tutto il resto, davvero c’è qualcuno disposto a svendere la propria ID digitale per la promessa allettante di un compenso monetario caduto letteralmente dalle nuvole del grande cielo di Internet?

Liquidare la questione come troppo stupida per essere rilevante sarebbe sin troppo semplice, ma io non posso non riflettere sul fatto che in un periodo come questo, in cui l’incertezza è grande così come il bisogno di denaro a ogni latitudine, anche una promessa assurda come quella di ricevere un premio da una lotteria a cui non si è partecipato (o magari non ci si ricorda di averlo fatto? chissà…) può spingere le menti più deboli dotate di tastiera a svendersi on-line.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *