MESS emula il CD-i di Philips. Gratis

15 Novembre 2009 · Archiviato in Emulazione & Retrogaming, Notizie 

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebQuesta news sarebbe uscita un pò prima se non avessi avuto altro a cui pensare, nondimeno il soggetto è interessante e merita di essere riportato comunque: MESS, l’emulatore gemello di MAME che ne sposa la filosofia di completezza e accuratezza spostando il focus dagli arcade all’hardware delle macchine casalinghe, ha recentemente aggiunto il supporto al CD-i di Philips, vale a dire quella che quasi certamente è la peggior “console” videoludica mai apparsa nella non così giovane storia del medium.

A partire dalla release 0.135 (anche se l’aggiunta del driver per il CD-i risale a qualche settimana prima), l’emulatore degli emulatori domestici ha integrato il lavoro dello sviluppatore noto come “Harmony” e un piccolo contributo da parte del veterano Arbee rendendo disponibile alla community dell’open source la prima replica software gratuita di un sistema che era sin qui stato oggetto solo di un emulatore commerciale, realizzato da un ex-sviluppatore CD-i (legittimamente) interessato al lucro economico sulla sua creazione.

Non che si sentisse particolarmente la mancanza di un’emulazione del CD-i, la macchina con cui Philips ha provato, durante gli anni ‘90, a entrare nel competitivo mercato delle console videoludiche e dei dispositivi di entertainment-edutainment fallendo miseramente su tutta la linea. Uscito nel 1991 con un prezzo al dettaglio di 700 dollari, il CD-i poteva “vantare” una CPU Philips 68070 a 16 bit (basata sullo storico chip 68000 di Motorola) e clock a 15,5 MHz, processore grafico “MCD 212″ capace di un output sino a 768×560 pixel, 32.768 colori on-screen su 16,7 milioni totali, decodifica MPEG-1 attraverso una scheda di espansione opzionale “Digital Video Card”, 1 Megabyte di RAM e drive CD-ROM a singola velocità.

Il CD-i fu commercializzato nel periodo in cui il famigerato “Full Motion Video” era assurto a caratteristica obbligatoria per qualunque cosa avesse a che fare con i videogiochi, e come il FMV e altri prodotti della concorrenza basati sull’allora giovane standard CD-ROM (Mega-CD, 3DO) passò presto alla storia. Vendendo appena 570.000 unità e distinguendosi per un parco software di qualità estremamente bassa, conversioni di famose croste videoludiche e titoli che era già possibile trovare su altre piattaforme prive degli imperdonabili difetti di design della macchina Philips.

Per quanto riguarda l’emulazione CD-i che ha fatto il suo debutto in MESS, molti dei giochi supportati tendono ad andare in crash e manca completamente il supporto della scheda aggiuntiva per il video in MPEG-1, mentre i titoli che sembrano essere giocabili includono Hotel Mario, The Apprentice, Dimos Quest, Alien Gate, Jokers Wild e l’immancabile Tetris. Per consultare la lista dei giochi CD-i noti è infine possibile rivolgersi ai sempre preziosi servizi di MobyGames.

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

4 Risposte a “MESS emula il CD-i di Philips. Gratis”

  1. hansboit il 15 Novembre 2009 23:41

    per un’interessante approfondimento sulla rivoltante porcheria che fu il CD-I si vedano anche le tre puntate di “Angry Video Game Nerd” ad esso dedicate:
    http://www.cinemassacre.com/new/?page_id=1192
    (in fondo alla pagina)


    Browser Firefox 3.0.15 Firefox 3.0.15 sull'O.S. Ubuntu Ubuntu
    Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.0.15) Gecko/2009102814 Ubuntu/8.04 (hardy) Firefox/3.0.15
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 18 Novembre 2009 22:54

    Uhm, da me i video non si vedono….


    Browser Firefox 3.5.4 Firefox 3.5.4 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.1.4) Gecko/20091016 Firefox/3.5.4
  3. Andrea il 8 Aprile 2010 10:33

    Strano come certe cose possano essere soggettive: io ho avuto PlayStation, Xbox e varie consolle Nintendo ma il CD-i rimane il mio preferito in assoluto (forse per il fatto che con un’unica macchina si poteva non solo giocare ma anche vedere foto e film, ascoltare musica e guardare programmi di intrattenimento interattivi).
    PS: Burn:Cycle rimane per me il miglior videogioco della storia!


    Browser Safari 531.22.7 Safari 531.22.7 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it-IT) AppleWebKit/531.22.7 (KHTML, like Gecko) Version/4.0.5 Safari/531.22.7
  4. Disca il 6 Maggio 2010 00:17

    Condivido pienamente il pensiero di andrea, sono un estimatore ed utente del CD-i che reputo una eccellente console sia come hw che sw, probabilmente chi non la conosce a fondo non è in grado di dare un giudizio corretto.
    Da notare che quando è uscita era una macchina che ha anticipato di gran lunga i tempi rispetto all’evoluzione successiva nel campo delle console interattive.
    Unico neo che PHILIPS forse non ha supportato commercialmente e adeguatamente questo prodotto
    ( vedi esempio precedente del famoso e sfortunato VIDEO 2000)
    Erano prodotti forse troppo avanti….?


    Browser Internet Explorer 6.0 Internet Explorer 6.0 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; .NET CLR 1.1.4322)

Lascia una risposta