Marco Travaglio - Paese ad mafiam

1 Giugno 2009 · Archiviato in Babel fish, Politica & Società 

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Nella nuova puntata della sua rubrica Passaparola Marco Travaglio parla ancora di mafia, poteri occulti e trattative segrete tra il cosiddetto stato e le organizzazioni criminali che da oltre un secolo tengono per le palle questo digraziato paese. Questo è un paese ad mafiam, non c’è dubbio alcuno, e lo dico da meridionale intimamente consapevole del fatto che la mafia, la camorra e le cento altre forme del vero, autentico “made in Italy” da esportazione arrivano dappertutto, dentro e fuori i confini nazionali.

Intanto nelle “istituzioni”, Nicola Mancino si gode i frutti della sua carriera politica alla presidenza del Consiglio Superiore della Magistratura, dopo aver fatto sbiancare il pubblico ministero Paolo Borsellino prima che quest’ultimo saltasse in aria con la scorta e la pace tra stato e mafia venisse infine ratificata. Mancino mi senti? Se la morte pietosa non ti prenderà prima, tu assieme agli altri quaquaraquà mafiosi (Dell’Utri, Berlusconi, Cuffaro, Lombardo, quel pezzo di merda di Clemente Mastella eccetera, eccetera, eccetera…) dovrai rispondere dei tuoi crimini nei confronti delle persone civili di questo paese. Tutti, dovrete rispondere tutti…

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta