Perché odio Twitter

4 Aprile 2009 · Archiviato in Babel fish, Comic & Animazione 

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Secondo l’opinione del columnist John C. Dvorak, il servizio di messaging istantaneo noto come Twitter avrebbe tante utili applicazioni pratiche quante ne riesce a immaginare l’utente. Sarà che la fantasia non sempre mi aiuta ma io di questo Twitter proprio non riesco a pensare che male, tutto il male possibile, perché lo considero solo e semplicemente come una bestialità comunicativa che fa regredire il cervello e l’eloquio di chi ci perde sopra il tempo.

Lo confesso, in passato ho abusato grandemente degli SMS su cellulare al punto da immaginare che dietro tutte quelle stronzate da 140 caratteri sparate in serie, su periodi di mesi e anni ci fossero delle amicizie o, addirittura, dei sentimenti d’amore. Poi però sono guarito, e a mia parziale discolpa non ho mai usato il gergo tipico dell’IM fatto di abbreviazioni e grammatica fuori controllo.

Detto questo, il Guardian potrà anche scherzare sull’abuso di Twitter da parte di chiunque, dal CEO di azienda all’ultimo coglione che accede a Internet, per quanto mi riguarda il pericolo di una regressione generalizzata, culturale prima e cerebrale poi, è sostanziale: nell’epoca dell’advertising incontrollabile che vive gli striminziti contenuti delle pagine web come un fastidio purtroppo necessario, l’utilità di un pensiero articolato e assolutamente privo di interruzioni ogni 5 secondi per esprimere se stessi, il male, il bene e il resto non ha davvero bisogno di un “servizio” che ne vorrebbe decretare la morte in diretta web. Con un “tweet”.

Twitter

Fonte immagine: Time.com - Cartoons of the Week.

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

3 Risposte a “Perché odio Twitter”

  1. Engelium il 5 Aprile 2009 12:43

    Quell’immagine è fantastica! :D

    E’ grossomodo il mio stesso pensiero… è da quando ho aperto l’account su Twitter che continuo a chiedermene l’utilità… c’è da dire che per chi con il web ci lavora (e ci vive) Twitter si è rivelato un nuovo strumento per accrescere la propria sfera, ma per quel che mi riguarda non sono ancora riuscito a trovare un modo per sfruttarlo… magari in futuro riuscirò a sfruttralo chissà


    Browser Opera 9.64 Opera 9.64 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Opera/9.64 (Windows NT 6.0; U; en) Presto/2.1.1
  2. GiO il 7 Aprile 2009 01:39

    Twitter ha ricreato il mondo degli sms su web. Nel bene e nel male…

    Dire che: “Twitter avrebbe tante utili applicazioni pratiche quante ne riesce a immaginare l’utente” equivale a dire che Twitter serve solo a chi serve…

    Tautologia che però esemplifica bene il modello di business scelto: twitter non vuole essere uno strumento essenziale ma un “di più” che uno usa solo se riesce ad immaginarne un utilizzo.

    Per quel che mi riguarda, il miglior modo per non arrivare da nessuna parte…Esattamente dove si trova ora twitter.


    Browser Firefox 3.0.8 Firefox 3.0.8 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.0.8) Gecko/2009032609 Firefox/3.0.8 (.NET CLR 3.5.30729)
  3. masayume il 7 Aprile 2009 11:32

    Bella vignetta.

    La tentazione di essere apocalittico prende anche me, specie per come alcuni lo stanno usando in merito al disastro abruzzese.
    Ma penso che la personalità di nessuno possa essere zippata in 140 caratteri, e al contrario in 140 caratteri sembriamo tutti degli imbecilli.


    Browser Google Chrome 1.0.154.53 Google Chrome 1.0.154.53 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; en-US) AppleWebKit/525.19 (KHTML, like Gecko) Chrome/1.0.154.53 Safari/525.19

Lascia una risposta