Conficker, è guerra aperta tra industria e malware writer

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Conficker (anche noto come Downup, Downadup o Kido) è il worm che per primo, dopo l’epidemia di Sasser nel 2004, sia riuscito a sfruttare una vulnerabilità in un servizio remoto di Windows, e in virtù di questa sua insolita abilità il malware è divenuto a sua volta bersaglio di una larga parte dell’industria dell’IT che, capitanata da Microsoft, sta provando in questi giorni a disinnescare la bomba a orologeria di una botnet enorme ma dagli effetti pratici tutt’ora ignoti.

» Read more

File virus, l’epidemia continua

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal Web Come già sottolineato in precedenza, i virus tradizionali, quelli che oggi vengono comunemente definiti “file virus” e prendono di mira i programmi eseguibili parassitandoli e usandoli come mezzo per la propria diffusione, per quanto ridotti a una componente marginale dell’affollato zoo di bestiole che compone il malware moderno non sono affatto spariti. Riprova ne sia il fatto che, dopo il caso Sality, nuove famiglie di virus parassiti hanno nei giorni scorsi catturato l’attenzione di specialisti e società di sicurezza.

» Read more

Epitaffio sulla tomba dell’automobile

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Uno degli aspetti più interessanti messi in luce dalla recessione mondiale è il fatto che gli standard economici del passato non valgono più, e in un futuro non molto lontano quello che molti oggi descrivono come la schiavitù del posto fisso verrà invece ricordato come un periodo dorato, una fase e una condizione di vita privilegiate che non torneranno mai più.

» Read more

Nuova sequenza di apertura per I Simpson in alta definizione

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Beh, in realtà se si esclude la nitidezza nettamente superiore dei disegni (“come li volevano gli autori”, si dice in questi casi) non c’è poi molto di nuovo. Sia come sia, la famiglia più gialla d’America ha aggiornato le trasmissioni alle bizzarrie dell’evoluzione tecnologica, e domenica scorsa la Fox ha mandato in onda il primo episodio in alta definizione (in 720p) corredato da una completa riscrittura della famigerata sequenza d’apertura dello show.

» Read more

Requiem per il campione dell’abandonware

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebHome of the Underdogs è morto, lunga vita al videogaming d’annata. Difficilmente si sprecheranno parole di commiato in seno all’industria IT per l’occasione, nondimeno l’evento merita di essere evidenziato: fondato dalla tailandese Sarinee Achavanuntakul nel settembre 1998, col tempo HotU è diventato il più grande archivio di videogame storici (soprattutto) per piattaforme DOS e Windows, rappresentando uno dei principali punti di approdo del fenomeno al confine tra l’illegalità e la memoria storica meglio noto come abandonware.

» Read more

CPS Changer, la prima e ultima console Capcom

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebCapcom fa videogame da sempre, e non c’è dubbio che in questo sia particolarmente brava. Ma c’è stato un tempo, intorno alla metà degli anni Novanta, in cui la pluri-premiata produttrice nipponica ha provato a entrare anche nel mercato dell’hardware, durante la quarta generazione di console quando il Mega Drive di Sega e il Super Nintendo si spartivano il mercato domestico mentre gli altri rimanevano sostanzialmente a guardare.

» Read more

Zoundry Raven è passato all’open source

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebSe ne parlava da tempo e ora, uno dei migliori editor WYSIWYG per chi si dedica al blogging off-line è finalmente approdato al mondo del FOSS e dello sviluppo comunitario. Nei giorni scorsi Zoundry Raven è ufficialmente diventato un software open source, pronto per ricevere i contributi dei coder disposti a migliorare un prodotto che già offre notevoli qualità in quanto a stabilità del codice, semplicità d’uso e compatibilità con le diverse piattaforme di publishing e CMS.

» Read more

Regola numero uno: mai fidarsi del cloud computing

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Era il 27 agosto del 2007 (il giorno del mio compleanno) allorché il columnist John C. Dvorak metteva in guardia dai rischi del “cloud computing”, il “software come servizio”, il “Web 3.0” e le tante sigle che si susseguono in questi anni per tentare di catturare l’attenzione del pubblico e spacciare per nuova quella che è la più arcaica architettura di computing mai esistita.

» Read more

Empire of the Sun – Walking on a Dream

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Da appassionato di vecchia data dei Kraftwerk nutro sempre una particolare passione per la musica elettronica, sia che questa si fonda con il rock cupo e metropolitano dei Subsonica o che segua i percorsi nordici ancorché suadenti dei Royksopp. Purtroppo c’è dell’elettronica in ogni maledetta canzoncina pop che esce oggigiorno, e il valore della sperimentazione con i suoni è finito in secondo piano rispetto alla sovraesposizione di starlet mediocri date in pasto, inconsapevoli, a uno showbiz senza pietà che prima le ingoia e poi le espelle quando le ha digerite.

» Read more

Link & Segnalazioni # 7: compleanni videoludici, pirati, idioti dell’industria, nanometri e super-console

Babel fish - Un'interfaccia mentale tra la sensibilità di Sir Arthur e gli avvenimenti del mondo esterno. E anche tutto il resto Se la tecnologia tende a proiettarsi costantemente in avanti lasciando poco spazio al ricordo di prodotti popolarissimi solo fino a poco tempo addietro, Jake Gyllenhaal nei panni del Principe di Persia è convincente quanto un cactus in un melodramma. Se Doom è un videogame storico che merita di essere ricordato nel giorno del suo compleanno, i pirati si dimostrano ancora una volta gli unici in grado di salvare il mondo dei media dalla presente follia delle DRM. E se la lettura di questo paragrafo ha per voi un senso allora io consiglierei una visita da uno psichiatra, ma di quelli bravi. O la lettura di un buon libro di grammatica. Io sono esonerato almeno dalla seconda 😛

» Read more

1 2