Promuovere il retrogaming acquistando retro-game

29 Gennaio 2009 · Archiviato in Emulazione & Retrogaming, Notizie 

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebSe c’è una cosa che il nuovo store digitale Good Old Games ha messo bene in evidenza è il fatto che il retrogaming può diventare un business, ma alla sua base deve necessariamente esserci la passione e l’impegno di hobbisti capaci di alimentare quel business con i propri sforzi di coding e ingegnerizzazione del software. Senza progetti amatoriali nella forma ma estremamente sofisticati nella sostanza come DOSBox e ScummVM, per dirla chiaramente, GOG.com non sarebbe probabilmente mai nato.

Come specificato anche nei ringraziamenti dello store, infatti, l’emulatore di sistemi x86 e l’interprete di nuova generazione delle vecchie avventure grafiche vengono commercializzati in bundle con una parte non trascurabile dei videogame disponibili nel catalogo di GOG.com, permettendo a software nato quando l’accesso diretto all’hardware era lo standard e Windows soltanto un sogno di adattarsi placidamente e senza intoppi agli OS moderni.

In cambio, quelli di GOG.com danno la possibilità agli autori di DOSBox e ScummVM di guadagnare un pò di denaro attraverso un programma di affiliazione di cui sono riuscito ad avere qualche dettaglio chiedendo a una fonte vicina (molto vicina, in effetti) alla questione, che rimane comunque anonima per sua espressa richiesta. In una ideale chiusura del cerchio del retrogaming che da hobby di nicchia si trasforma in business, le homepage dei due succitati retro-software mettono in mostra un pulsante con un collegamento diretto a GOG.com, seguendo il quale l’utente che non lo avesse già fatto può creare un account personale sullo store.

Retro-eroi

Registrandosi dopo aver seguito tale link (presente a questo indirizzo per DOSBox e a quest’altro per ScummVM) in un breve periodo di tempo, mi conferma la fonte, una certa percentuale di denaro sugli acquisti dell’utente andrà a finanziare (per un tempo limitato) l’uno o l’altro progetto software. I giochi gratuiti e quelli acquistati con un coupon non vengono inclusi nel conto, e a quanto pare non c’è al momento modo per un utente già registrato di sostenere DOSBox o ScummVM comprando videogame vintage su GOG.com.

In ogni caso, GOG.com a parte, sia ScummVM che DOSBox possono essere sostenuti attraverso donazioni singole che risultano ben più che accette, perché se la passione ti spinge a ricreare in software gli opcode dell’architettura x86, o a scervellarti nel reverse engineering di framework videoludici oramai estinti, la banda e le spese di hosting sul web non si pagano certo da sole.

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

Lascia una risposta