Diablo III al BlizzCon 2008

15 Ottobre 2008 · Archiviato in Notizie, Videogaming 

Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal Web L’edizione di quest’anno del BlizzCon, la convention organizzata da Blizzard Entertainment per celebrare in maniera adeguata i propri brand videoludici, ha avuto come protagonista principale Diablo III, la terza attesissima incarnazione della saga hack’n slash per antonomasia. La software house ha presentato ulteriori dettagli sul gemeplay, i nuovi alberi delle abilità, il sistema rinnovato dei potenziamenti runici e tanto altro ancora. Ma soprattutto, al BlizzCon Blizzard ha disvelato la terza delle cinque classi di personaggio selezionabili dal giocatore, vale a dire il Mago (”Wizard” in lingua originale).

Per bocca dello studioso immaginario Abd al-Hazir, Blizzard presenta il Mago (o la maga, considerando che in Diablo III sarà possibile definire il sesso del protagonista) come “uno stregone ribelle, giovane e inesperto, che se ne va in giro per il mondo, agitando potenti magie che egli non comprende“, determinato/a a esplorare magie “incentrate sulla manipolazione delle forze primordiali su cui è costruita la realtà. Immaginate, una testarda giovane diciannovenne, capace di deformare il tempo stesso a proprio piacimento!“.

Come descritto nella cronaca di Slashdot dell’evento BlizzCon, il Mago è un personaggio ambizioso e determinato, che pratica le arti di “alta magia” ma che non si affida agli incantesimi che banalmente verrebbero in mente quando si pensa a una classe magica ordinaria. Via palle di fuoco e altri attacchi elementali quindi, e maggior focalizzazione su formule di magia “pura” come può essere il Magic Missile, la prima abilità a disposizione del Mago all’inizio del gioco.

Assieme al nuovo personaggio Blizzard ha presentato i dettagli sugli alberi delle abilità, un aspetto del gameplay che è sempre stato fondamentale nella serie e che i designer non hanno pienamente finalizzato per la nuova revisione presente in Diablo III. Allo stato attuale il sistema risulta meno rigido di quello di Diablo 2, i giocatori potranno ad esempio redistribuire i punti abilità senza preoccuparsi eccessivamente di scelte di potenziamento sbagliate. Le sperimentazioni in casa Blizzard continuano, la differenza maggiore con la versione precedente prevede attualmente la necessità di spendere un determinato numero di punti abilità per selezionare quella del livello successivo nell’albero corrispondente.

Deciso cambio di rotta per quanto riguarda le rune, non più cristalli da alloggiare nelle armi e nell’equipaggiamento ma potenziamenti pensati per modificare in maniera radicale le abilità. Ogni tipo di runa è in grado di donare caratteristiche particolari a un’abilità o un incantesimo, rendendo ancora più complesso e ricco il gameplay di Diablo III: una magia difensiva come il Teleport, ad esempio, che normalmente il mago utilizza per spostarsi fisicamente da un luogo a un altro, può trasformarsi in un incantesimo offensivo inserendovi la Striking rune con cui all’arrivo del personaggio nel luogo di destinazione verrà portato un danno all’ambiente circostante e alle creature ivi presenti.

Blizzard ha dato in pasto alla stampa la versione preliminare degli alberi delle abilità del mago, abilità suddivise nei talenti Storm, Arcane e Conjure. Le capacità della nuova classe sono tra l’altro quelle che meglio si prestano ad esaltare l’approccio stilistico seguito nel design di DIII, fortemente incentrato su una resa visiva più efficace che mai degli effetti delle magie, la distruzione degli elementi dell’ambiente circostante, le morti delle creature demoniache macellate (implementate in diverse versioni per rendere la macellazione più varia e divertente), i boss giganteschi e via di questo passo. Se il Witch Doctor è in grado di evocare letteralmente un “muro di zombie” per falciare qualsiasi nemico, la Maga è capace di rallentare il tempo attorno a se con l’incantesimo Slow Time aumentando le possibilità di sfuggire agli attacchi e alle armi da lancio in maniera decisamente coreografica e visivamente appagante.

L’impressione che maggiormente appare chiara, dopo aver assistito a quello che Blizzard ha presentato di Diablo III al BlizzCon, è quella di un prodotto piuttosto solido, capace di migliorare l’esperienza di Diablo 2 nella misura in cui questo fece con Diablo. Lontani appaiono i discorsi sulla diatriba tra il partito del colore e quello dell’oscurità, il pensiero corre piuttosto all’annuncio di una data di rilascio tutt’ora ignota e su cui la software house californiana continua a mantenere il più stretto riserbo. Presto o tardi che sia, Diablo III uscirà solo “quando sarà pronto”, e questo non può essere che un bene.

Diablo III, wizard - artwork 1

Diablo III, wizard - artwork 2

Diablo III, wizard - screenshot 1

Diablo III, wizard - screenshot 2

Diablo III, wizard - screenshot 3

Diablo III, wizard - screenshot 4

Diablo III, wizard - screenshot 5

Diablo III, wizard - screenshot 6

Diablo III, wizard - screenshot 7

Diablo III, wizard - screenshot 8

Diablo III, wizard - screenshot 9

Diablo III, wizard - screenshot 10

Diablo III, wizard - screenshot 11

Diablo III, wizard - screenshot 12

Diablo III, wizard - screenshot 13

Diablo III, wizard - screenshot 14

Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

4 Risposte a “Diablo III al BlizzCon 2008”

  1. Engelium il 16 Ottobre 2008 12:09

    Il pargolo promette davvero bene :D

    senza alcun dubbio mi pare che Blizzard avese ragione sullo stile cartoonoso … invece mi dispiace un po’ (e qui forse i puristi storceranno il naso) per la totale assenza di OST durante il gioco… francamente ho sempre preferito avere un buon comparto musicale che esalti o semplicemente accompagni ogni momento del gioco…


    Browser Opera 9.60 Opera 9.60 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Opera/9.60 (Windows NT 6.0; U; it) Presto/2.1.1
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 16 Ottobre 2008 12:47

    Il pargolo promette davvero bene

    Mettiamola così: se non avrò un PC in grado di far girare DIII all’uscita del gioco mi imbruttirò all’ennesima :-|

    senza alcun dubbio mi pare che Blizzard avese ragione sullo stile cartoonoso…

    Io questa “diatriba” davvero non l’ho mai capita fino in fondo… voglio dire, Diablo II è un grandissimo gioco e se uno vuole può sempre comprarlo, scaricarlo, installarlo e giocarlo. DIII è una cosa completamente diversa, non vedo perché avere preconcetti per un gioco di cui al momento non si conoscono le quest e le ambientazioni….

    la totale assenza di OST durante il gioco

    Beh, credo che alla fine la OST di background ci sarà. E’ uno dei cardini di quell’atmosfera che ha reso Diablo una delle serie videoludiche più belle. Diablo 1 è mitologico da questo punto di vista (riascoltare la OST di Tristram mette i brividi), e Diablo II non è da meno. No,la OST ci sarà anche per Diablo III :-P

    Se dai un’occhiata al filmato da 20 minuti distribuito da Blizzard alla presentazione del gioco, incentrato sul barbaro, non potrai che rincuorarti da questo punto di vista :-D


    Browser Firefox 2.0.0.16 Firefox 2.0.0.16 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv:1.8.1.16) Gecko/20080702 Firefox/2.0.0.16
  3. Engelium il 16 Ottobre 2008 12:54

    Ah benissimo allora :D

    Il fatto che nei filmati sopra (che alla fin fine sembrano prese da un gioco ormai finito ed impacchettato) non ve ne fosse traccia mi aveva fatto pensare ad una precisa scelta (fra l’altro sempre sostenuta da molti miei amici per i quali le musiche sono inutili e distraenti… arghh!!!) della software house… sospiro di sollievo..

    PS
    spero solo che per funzionare non richieda davvero un’astronave sennò mi incazzo di brutto


    Browser Opera 9.60 Opera 9.60 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Opera/9.60 (Windows NT 6.0; U; it) Presto/2.1.1
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 16 Ottobre 2008 12:58

    spero solo che per funzionare non richieda davvero un’astronave sennò mi incazzo di brutto

    Blizzard dice di volerlo far girare sul maggior numero di sistemi possibile, compatibilmente con una grafica all’altezza dei tempi. Minimo scheda grafica che supporti in hardware le specifiche DirectX 9.0 con relativi shader 2.0 (vado a memoria). Quindi io, con un P4 2.4 GHz e GeForce 4 AGP 8x, attualmente me lo sogno…


    Browser Firefox 2.0.0.16 Firefox 2.0.0.16 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv:1.8.1.16) Gecko/20080702 Firefox/2.0.0.16

Lascia una risposta