Console war: Microsoft supera Sony in Giappone, Nintendo supera tutti

22 Agosto 2008 · Archiviato in Approfondimenti, Videogaming 
Questo articolo è parte della serie Console war

Approfondimenti - Una lente impietosa puntata sui temi caldi, retrospettive appassionate e dettagliate, riflessioni oltre le apparenze Fa scalpore in questi giorni la notizia che arriva dal Giappone, secondo la quale la console Xbox 360 di Microsoft ha superato PlayStation 3 di Sony nelle vendite settimanali. Un fatto indubbiamente eccezionale, considerando che il dispositivo statunitense è sempre stato poco più che una comparsa nello scenario videoludico giapponese, e che può fare da sfondo ideale a qualche considerazione più generale sull’attuale panorama della guerra senza quartiere tra le home console di settima generazione.

Se infatti l’exploit di Microsoft impressiona, lo stratosferico successo di Nintendo Wii quasi non fa più notizia: la console che ha segnato la rinascita della casa di Super Mario e Zelda come protagonista di primo piano del settore videoludico è in testa alle vendite con un margine apparentemente incolmabile, avendo totalizzando sino ad ora 31 milioni di macchine contro i 20 milioni di Xbox 360 e i quasi 15 milioni di PlayStation 3 (fonte: VGChartz.com).

La macchina Nintendo è stata la prima, nella generazione che per lungo tempo è stata definita “next-gen”, a superare la soglia dei 30 milioni di unità commercializzate, e questo potendo contare non già su caratteristiche hardware avanzatissime quali la potenza bruta e le capacità grafiche di Xbox 360 e PS3, quanto piuttosto sulla concettualmente semplice eppure rivoluzionaria accoppiata dei controller Wii Remote+Nunchuk capace di simulare partite di tennis e combattimenti con la spada (laser) come mai era stato possibile fino ad ora.

Nei videogame quello che conta è l’esperienza e non già il semplice aspetto tecnico, e Nintendo l’ha dimostrato in maniera clamorosa riprendendosi lo scettro di vendor principale del settore dopo anni di purgatorio passati nella nicchia di mercato degli aficionado. Di fronte alla indubbia limpidezza di idee della casa nipponica si è dovuta arrendere Sony, passata dallo strapotere di PlayStation 2 alle vendite magre, anzi magrissime della successiva generazione della “Play”.

Secondo le stime del magazine giapponese Enterbrain, a luglio Wii ha stracciato PS3 con un rapporto di 3:1 vendendo 171.851 unità contro le 54.823 di Sony. Ad oggi, PlayStation 3 ha venduto 14,88 milioni di unità in tutto il mondo, recuperando un po’ del terreno perso nei confronti dei concorrenti ma continuando a rappresentare la piattaforma videoludica di minor successo del trio next-gen. A poco è servita la distribuzione di uno dei titoli “AAA” più attesi, quel Metal Gear Solid 4 da molti considerato come la vera occasione di riscossa per la malconcia multinazionale dell’elettronica inventatasi produttrice videoludica negli anni ‘90.

MGS 4: Guns of the Patriot, uscito il 12 giugno scorso, ha rappresentato secondo il parere generale il picco dell’arte videoludica di Hideo Kojima, la più lampante dimostrazione di cosa sia in grado di fare PlayStation 3 e, ultima ma non ultima, un’occasione di business con ben pochi precedenti per Sony: il gioco ha finora venduto 3,2 milioni di copie in tutto il mondo spingendo la commercializzazione di PS3 sino alle 405,500 unità nel mese di giugno, raddoppiando in pratica la cifra del mese precedente.

MGS 4 ha fatto insomma un gran bene a PS3, ma a quanto pare la console Sony avrebbe bisogno di blockbuster videoludici ogni mese per reggere la concorrenza: non solo, come già detto, luglio è stato conquistato da Wii, ma nel corso della settimana terminata il 10 agosto persino Xbox 360 ha superato PS3 in Giappone, vendendo 24.962 unità contro 9.673. Apparentemente il fatto andrebbe spiegato con la distribuzione del gioco Tales of Vesperia, ma è indubbio che esso sia la riprova del terreno perso da Sony anche in patria dopo il successo di MGS 4.

Un terreno che si fa ancora più stretto dopo l’annuncio della storica software house Square Enix, che ha comunicato la decisione di far uscire in contemporanea le versioni Xbox 360 e PS3 di Final Fantasy XIII. Il titolo, che continua ad ogni modo a non avere una data di distribuzione ufficiale, fa appunto parte, assieme al suddetto MGS 4, a Resident Evil 5 e a pochi altri al gruppo di giochi “tripla A” capaci da soli di influenzare le sorti commerciali di una piattaforma di gioco. La perdita dell’esclusiva da parte di Sony farà di certo sentire il proprio peso sul rilascio del titolo per PS3.

Kazuo “Kaz” Hirai, presidente di Sony Computer Entertainment, ha recentemente annunciato lo storico traguardo di PlayStation 2, venduta 140 milioni di volte nel corso dei suoi 10 anni di vita, sostenendo poi che PS3 sarà in grado di fare persino meglio arrivando a 150 milioni di unità commercializzate nello stesso periodo di tempo. La corporation continua dunque a credere nel successo della sua piattaforma videoludica sulla lunga distanza, ed è in tale prospettiva che va letto l’annuncio della disponibilità sul mercato europeo, dal prossimo 31 ottobre, di un nuovo bundle della console comprensivo di un hard disk da 160 Gigabyte e CPU “Cell” realizzata con un processo produttivo a 65 nanometri, al prezzo di 499 euro contro i 399 euro della versione con HD da 80 giga in via di commercializzazione in questi giorni.

Nella stessa occasione (la manifestazione Games Convention che si tiene a Cologne, Germania, tra il 20 e il 24 agosto), Sony ha annunciato anche la realizzazione di un terzo modello per la PlayStation Portable, PSP-3000, che segue la PSP-2000 “Slim & Lite” presentata all’E3 di un anno fa aggiungendo a quest’ultima un display LCD più luminoso e un microfono integrato. Ben poca cosa rispetto all’uscita video propria della precedente versione, ma che probabilmente serve a Sony per alimentare il buon successo di vendite della console. Al contrario di PS3, infatti, la PSP ha un discreto successo (37 milioni ad oggi) e se la deve giocare sul mercato con un solo avversario, quel Nintendo DS che risulta comunque inarrivabile con i suoi quasi 79 milioni di unità commercializzate.

Ma la vera caratteristica vincente di PSP rispetto a PS3 è il suo costo alla produzione: a quanto se ne sa, la console portatile genera utili da tempo mentre la home console è stata inizialmente venduta a un prezzo inferiore a quello di costo (600 dollari contro 800 secondo le stime degli analisti). La situazione dovrebbe ora essere migliorata, ma gli effetti dell’eccessivo costo di produzione di PS3 si sono riverberati sui profitti di Sony per una perdita complessiva, negli anni fiscali 2007 e 2008, di oltre 3 miliardi di dollari.

Stando così la situazione, considerando lo strapotere Nintendo e i buoni risultati di Microsoft che conquista un successo significativo in Giappone, gli obiettivi di Kaz Hirai potrebbero essere difficilmente raggiungibili. Tanto più che la tecnologia Blu-ray integrata in PS3, prima e principale responsabile delle tante difficoltà affrontate dal progetto PS3 (il ritardo dell’uscita sul mercato, gli esagerati costi di produzione, la generale disaffezione del pubblico e la perdita di terreno rispetto alla concorrenza), non sembra per ora essere l’interesse principale del grande pubblico.

Sfoglia la seriePlayStation 3 è e sarà costantemente in perdita»
Condividi questo articolo!
  • OKNOtizie
  • Facebook
  • Diggita
  • ZicZac
  • Wikio Italia
  • StumbleUpon
  • Technorati

Articoli correlati

Commenti

4 Risposte a “Console war: Microsoft supera Sony in Giappone, Nintendo supera tutti”

  1. Mandrake il 22 Agosto 2008 20:40

    questa è una bella batosta per Sony/Playstation, perchè è davvero difficile che un popolo così conservatore come il Giappone, preferisca una console “forestiera” ad una di casa! Per me tra le due non c’è paragone, preferisco di gran lunga Xbox.
    Playstation fallì in partenza… e spero che cada nell’oblio poichè ce l’ho a morte! :D In ogni caso: W Nintendo! :P


    Browser Firefox 3.0.1 Firefox 3.0.1 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.0.1) Gecko/2008070208 Firefox/3.0.1
  2. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 22 Agosto 2008 20:52

    Bah, può darsi anche che se la cavi, visto che HD DVD di Toshiba ha perso la guerra dei formati hi-def e PS3 può solo migliorare, con l’aggiornamento del firmware, come lettore Blu-ray d’elezione.

    Il problema di Sony, e anche di Microsoft, è che non hanno capito che i media center da salotto non passano per le console: parlano di “clamoroso successo” per qualche milione di download di robaccia sugli store telematici ripiena di DRM, mentre su BitTorrent ed eMule i contenuti scaricati si contano nell’ordine di MILIARDI.

    Qua molta gente dovrebbe tornare a fare videogame e basta, come giustamente ha fatto Nintendo fregandosene anche del lettore DVD per Wii e sbancando il mercato…


    Browser Firefox 2.0.0.16 Firefox 2.0.0.16 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv:1.8.1.16) Gecko/20080702 Firefox/2.0.0.16
  3. Mandrake il 23 Agosto 2008 00:07

    sisi, hai pienamente ragione!

    (commento scarso, ma devo supportare la tua tesi che condivido pienamente) :P


    Browser Firefox 3.0.1 Firefox 3.0.1 sull'O.S. Windows Vista Windows Vista
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.0; it; rv:1.9.0.1) Gecko/2008070208 Firefox/3.0.1
  4. Sir Arthur, King of Ghouls'n Ghosts il 23 Agosto 2008 00:22

    sisi, hai pienamente ragione! (commento scarso…)

    Fa numero e fa sempre piacere, non ti preoccupare :-P


    Browser Firefox 2.0.0.16 Firefox 2.0.0.16 sull'O.S. Windows XP Windows XP
    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.1; it; rv:1.8.1.16) Gecko/20080702 Firefox/2.0.0.16

Lascia una risposta