Dreamcast su PSP, parla l’autore di nullDC


Stato del blog: Lavori in Corso


Notizie - Una carrellata di notizie fresche e di qualità, dentro e fuori dal WebHa aperto una delle più accese discussioni recenti in seno alla scena dell’emulazione e ora drkIIRaziel, il creatore del premiato emulatore di Sega Dreamcast nullDC, interviene a stabilire alcuni punti fermi della sua ultima avventura, vale a dire la conversione del suddetto software originariamente sviluppato su PC, per la PlayStation Portable di Sony.

Una conversione che fa discutere, in virtù del fatto che drkIIRaziel sta provando a emulare una console dalle capacità grafiche non indifferenti su un dispositivo, la PlayStation Portable, che rappresenta il primo tentativo riuscito di portare sugli handheld un’esperienza videoludica simile a quella disponibile sulle console di sesta generazione, come appunto sono Dreamcast o PlayStation 2. Un’esperienza simile ma non ancora paragonabile, contraddistinta da specifiche hardware non particolarmente evolute rispetto alle macchine oggi in circolazione.

Il coder, che per l’occasione ha aperto un suo blog, ha chiarito o, per meglio dire, ribadito quelle che sono le sue intenzioni con la conversione di nullDC su PSP: il software sarà prima di tutto destinato esclusivamente alla seconda revisione della PSP, quella Slim&Lite anche nota come PSP-2000 distribuita da Sony a settembre del 2007 che ha raddoppiato la dotazione di memoria RAM (da 32 MB a 64 MB) della console. “La vecchia (‘fat’) PSP semplicemente non ha lo spazio di memoria sufficiente” a far girare nullDC, sostiene drkIIRaziel.

Al momento il codice della conversione è privo di ottimizzazioni, essendo in sostanza un travaso quasi diretto della controparte PC esclusa la gestione del rendering tridimensionale. Occorrerà dunque un periodo di tempo non specificato ma presumibilmente lungo perché il software sia utilizzabile dice drkIIRaziel, considerazione questa che lascia presagire la perdurante indisponibilità dei file binari e del codice sorgente per molto tempo ancora.

Un altra presa di posizione degna di nota è quella sulla velocità che sarebbe possibile raggiungere con i giochi Dreamcast su PSP: “Sebbene io creda che sia possibile ottenere la piena velocità su PSP è piuttosto probabile che verificherò di essermi sbagliato” dice lo sviluppatore, che non fa promesse se non quella di “provarci” a far girare l’emulatore più velocemente di come va al momento.

Per ora, come dimostra ulteriormente il video di Dead or Alive 2 che gira sull’ultima revisione del codice, nullDC su PSP continua a essere uno spettacolo al rallentatore da 1 frame al secondo.

DrkIIRaziel ribadisce infine i propri piani di porting del codice su un numero non precisato di console e dispositivi, inclusi PlayStation 3 e l’interessante handheld Linux-powered Pandora. Nel primo caso occorre trovare un modo di abilitare l’accesso all’hardware 3D (basato su una variante custom della GeForce serie 7), al momento non accessibile se non attraverso le librerie di sviluppo ufficiali di Sony.

Riuscirà nullDC a ripetere le gesta di Sonic e delle pettorute protagoniste di Soul Calibur anche su PSP o su un sistema diverso da un PC ben equipaggiato? “Se in qualche modo qualcuno pensa che questo progetto sia una perdita di tempo, allora questo qualcuno non ne perda ancora commentandolo o pensandoci. Il mio tempo è… mio, e posso farci quello che voglio” conclude DrkIIRaziel.

Post simili:

2 commenti

  • annunci gratuiti

    Shen Mue su Psp.. un sogno 🙂

  • Ash

    cit: “Se in qualche modo qualcuno pensa che questo progetto sia una perdita di tempo, allora questo qualcuno non ne perda ancora commentandolo o pensandoci. Il mio tempo è… mio, e posso farci quello che voglio”

    Mitico. Troppo giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *